Cinzia Marchisio

Cinzia Marchisio

Appassionata di viaggi da sempre, sostiene che viaggiare fa parte del proprio corredo genetico ed è un difetto che non puoi fare a meno di assecondare. Ha girato tutti i continenti in ogni modo possibile e negli ultimi anni predilige i viaggi in crociera, abbinati a soggiorni e tour. Ha all’attivo oltre 600 giorni di crociera e incalcolabili (solo perché non le ha mai contate) ore di volo. Tra le altre passioni, la lettura, le serie televisive USA e British, la storia, specie quella egizia e medioevale e il cibo come stile di vita, perchè il viaggio per essere completo va assaporato con tutti i sensi e bisogna assimilare gli usi e costumi locali per poterli comprendere.

Consigli e Guide di ViaggioEmirati Arabi

Guida di Dubai per Crocieristi

Guida di Dubai per Crocieristi

Quando visiti Dubai per la prima volta ti rendi conto che il futuro è già arrivato, quasi come se calcassi la scenografia di un film di fantascienza.
Con la sua architettura avveniristica, che cambia nel giro di pochi mesi, ti stupisce, ti affascina e ti trasporta in una dimensione del tutto nuova.

Guida di Dubai per Crocieristi

E’ una città che da subito puoi amare oppure odiare, non ci sono vie di mezzo, a Dubai è tutto portato all’estremo, ma anche se non ti piacciono i grattacieli e l’architettura post moderna, non potrai fare a meno di apprezzarne l’ingegnosità.
Il vero e proprio sviluppo economico di questa zona è iniziato negli anni ’60 con la scoperta dei giacimenti petroliferi e la successiva costruzione delle prime infrastrutture, ma solo negli anni ’90 si è iniziata a costruire la megalopoli che attualmente vediamo.

Guida di Dubai per Crocieristi

Tutto questo grazie alla lungimiranza di un uomo, l’attuale sceicco, Mohammed bin Rashid Al Maktum, che ha saputo innescare uno sviluppo economico differenziato, non incentrato esclusivamente sul polo petrolifero, che attualmente rappresenta solo il 20% degli introiti totali.
La sua mente visionaria ha concepito progetti e idee rivoluzionarie, non solo dal punto di vista architettonico, ma anche culturale e sociale, ed è riuscito a superare brillantemente la crisi che ha investito il paese nel 2008 e a fare sì che Dubai diventasse il polo dell’attività finanziaria di tutto il mondo.

Questo sviluppo continua in maniera iperbolica, ne è testimonianza l’EXPO Mondiale che si svolgerà nel 2020 e che vedrà sorgere per l’occasione nuove e impressionati strutture, come la Torre di Calatrava, che erediterà dal vicino Burj Khalifa il titolo di grattacielo più alto del mondo.

Guida di Dubai per Crocieristi

Dietro a tutto questo luccichio e ostentazione estrema di ricchezza e welfare c’è però un rovescio della medaglia: il paese è pur sempre sottoposto a un regime totalitario e le condizioni di lavoro per alcune categorie, come i manovali nei cantieri, sono tuttora inique, nonostante Dubai sia tra le nazioni più liberali della penisola arabica.
La libertà di informazione è inoltre molto limitata e il tutto viene sapientemente filtrato. Dubai è una città cosmopolita in cui però si distinguono i veri e propri cittadini, che sono tali per discendenza o per investimento, da parte dello Sceicco, per meriti particolari, da chi invece è solo residente.

Guida di Dubai per Crocieristi

Girare per la città è facile e sicuro, la criminalità è quasi del tutto inesistente e i turisti sono ben visti ovunque. Il periodo migliore è quello che va da novembre a marzo e coincide con la stagione delle crociere, soluzione di viaggio che consente di visitare la città con temperature gradevoli che normalmente non superano i 30 gradi.

COME MUOVERSI

Le navi attraccano a Port Rashid che dista circa venti minuti di auto dal Burj Khalifa. Per girare Dubai è necessario servirsi dei mezzi, che siano auto, metropolitane o bus; infatti non è una città dove è facile raggiungere i vari punti di interesse a piedi.

"<a

 

Taxi

Sono la soluzione più economica e pratica, li troverete al porto e in ogni zona della città. Si riconoscono per la carrozzeria color beige e inoltre ne esiste una tipologia riservata alle sole donne, facilmente individuabili, per il colore rosa. Sono tutti provvisti di tassametro. Accertatevi sempre che venga attivato in partenza. Alcuni accettano carte di credito o valuta straniera come euro o dollari ed è sempre bene accertarsene prima, se non avete valuta locale. Oltre ai taxi è possibile utilizzare anche UBER, il costo non si discosta di molto.

Guida di Dubai per Crocieristi

Metropolitana

E’completamente automatizzata, merita sicuramente una visita per verificare di persona l’efficienza di un tale sistema. E’ formata da due linee e per il momento non collega in modo capillare tutta la città, ma sono previsti potenziamenti nei prossimi anni.
E’ considerata la metropolitana più sicura e controllata al mondo e ospita anche carrozze per sole donne e bambini e qui trovate tutte le indicazioni e le tariffe.

Guida di Dubai per Crocieristi

Big Bus

E’ il bus turistico a due piani che consente di salire e scendere a più fermate e di utilizzare lo stesso biglietto per l’intera giornata o per più giorni in base al pacchetto acquistato. Parte dal porto e i biglietti sono acquistabili all’interno del Terminal Crociere e a bordo vi verranno forniti gli auricolari per ascoltare il commentario, disponibile anche in lingua italiana. Abbinati ad alcuni pacchetti ci sono dei tour aggiuntivi compresi, come la crociera in Dow. E’ anche possibile acquistare il biglietto online,  in questo caso avrete uno sconto circa del 10%.

Tour Organizzati

Molteplici sono i tour, sia con la compagnia di crociera, che con agenzie locali che garantiscono una visita ottimizzata della città e delle sue maggiori attrazioni. Come agenzia privata con guide professionali in lingua italiana vi consigliamo AZAL Travel & Tourism di Sayed Aljammal che potete contattare anche direttamente su Whatsapp al numero +971 589225020.

Guida di Dubai per Crocieristi

COSA VEDERE

Burj Khalifa

E’ attualmente il grattacielo più alto al mondo, con i suoi 828 metri. Gli interni hanno un’impronta italiana, sono infatti stati progettati interamente dalla Armani Home.
Per visitarlo occorre acquistare i biglietti che permettono di salire fino al 148esimo piano.
Se non amate particolarmente le altezze e preferite restare a terra, non preoccupatevi, il Burj Khalifa è uno spettacolo anche dall’esterno, anzi a detta di molti è più impressionante vederlo da fuori che non salire fino in cima.
I costi sono differenti a seconda del piano a cui volete salire e dell’orario. La fascia oraria più cara è quella del tramonto. E’ consigliabile acquistare i biglietti online sul sito. Sono acquistabili a partire da 90 giorni prima e se possibile evitate il mattino in quanto la visibilità potrebbe non essere ottimale.

Dubai Mall

Situato di fronte al Burj Khalifa è uno dei centri commerciali più grandi al mondo, la sua superficie equivale a quella di 50 campi da calcio messi insieme. Come tutto quello che c’è a Dubai, anche questo mall riesce a superare il concetto stesso di centro commerciale e a stupire con le sue installazioni aggiuntive e con quello che si può trovare all’interno.
Oltre ai 1200 negozi sono presenti una pista da pattinaggio, un acquario e 120 tra bar e ristoranti.
Passeggiando si trovano sorprese di ogni genere, come ad esempio lo scheletro di un vero dinosauro;  insomma vale la pena fare un giro anche se non siete amanti dello shopping.

Fontane Danzanti

Tra il Dubai Mall e il Burj Khalifa si trova un lago artificiale che ospita la Dubai Fountain, un sistema di fontane danzanti, illuminate da 6600 luci e 25 proiettori, con getti d’acqua che possono raggiungere i 150 metri di altezza e sparare oltre 80mila metri d’acqua.
Lo spettacolo delle fontane, accompagnato da musica di vario genere, viene replicato ogni giorno a intervalli di mezz’ora a partire dalle ore 18 ed è gratuito.
Esiste anche la possibilità di assistere allo spettacolo navigando su un’abra, la tipica barca locale al costo di 18 euro a persona; nel caso siate interessati a questa soluzione è preferibile prenotare in anticipo presso il rivenditore ufficiale


 

Burj El Arab

E’ uno degli hotel più lussuosi al mondo, gli sono state addirittura attribuite 7 stelle, e il suo nome tradotto significa Torre degli Arabi.
Sorge su un’isola artificiale e domina la spiaggia di Jumeirah.
Con la sua architettura all’avanguardia, che ricorda le vele spiegate di un veliero, è diventato una delle icone della città e una visita anche solo all’esterno per scattare una foto è d’obbligo.
Se poi volete visitare l’interno ci sono diverse possibilità, da un pranzo in uno dei tanti ristoranti a un high tea o un semplice aperitivo allo Skyview Bar al 27esimo piano per poter ammirare il tramonto. La soluzione più economica è quella dell’aperitivo, il costo si aggira minimo sugli 80 euro a persona e va in ogni caso prenotato prima, anche perché per accedere all’hotel è necessario presentare una prenotazione.

Guida di Dubai per Crocieristi
Burj Al Arab

La Città Vecchia e il Dubai Creek

Il Dubai Creek è il fiume attorno al quale, come ogni civiltà che si rispetti, sono stati costruiti i primi insediamenti.
E’ quindi la parte più antica di Dubai, una zona affascinante e completamente eradicata dall’evoluzione futuristica del resto della città.
Qui è possibile salire su un’abra, la tipica imbarcazione, che vi porterà dall’altra parte del fiume. Il costo è di un dirham e va pagato in moneta locale.

Guida di Dubai per Crocieristi

La città vecchia è divisa in due zone poste una di fronte all’altra e separate dal Creek.

Deira

Qui la principale attrazione è il tipico souk, dove potrete trovare una miriade di prodotti: dai tappeti, alle stoffe, alle spezie e ai datteri.La zona più caratteristica è il souk dell’oro con le sue vetrine piene di gioielli da Guinness dei Primati, spesso lontani dal gusto occidentale e molto appariscenti.
Come in tutti i mercati del mondo arabo è necessario contrattare sempre, è parte della cultura di questi paesi e il non farlo è indice di poca considerazione per i commercianti e per la loro merce.

Bur Dubai

E’ il quartiere situato dalla parte opposta di Deira. 
Qui si trova Al Bastakiya, la zona architettonicamente più caratteristica della città vecchia, considerata a tutti gli effetti la capitale culturale, dove passeggiare tra le stradine e ammirare le sue costruzioni, tra cui spiccano le torri del vento, un ingegnoso sistema di origini iraniane per rendere più freschi gli ambienti nelle giornate torride.
In questo quartiere si trova anche il forte Al Fahidi, la costruzione più antica di Dubai, risalente al 1700 che ospita un museo dedicato alla storia della città.

 

Palm Jumeirah e l’Atlantis

Dubai è una delle città in cui l’intervento umano ha cambiato in maniera radicale l’aspetto geografico. Una prova ne è Palm Jumeriah, un complesso di isole artificiali che, viste dall’alto, ricordano una palma.

Guida di Dubai per Crocieristi
www.dubai.it

Qui si trovano gli alberghi più lussuosi, tra cui l’Atlantis, gemello dell’analogo hotel di Nassau alle Bahamas.
All’interno di questo hotel c’è il parco acquatico più grande del Medio Oriente, l’Aquaventure Water Park a cui è possibile accedere acquistando i biglietti.

Guida di Dubai per Crocieristi
https://besthqwallpapers.com

Dubai Marina

E’ un quartiere residenziale che si sviluppa su 3 chilometri di litorale. E’ abitato quasi esclusivamente da occidentali e qui si trovano i locali più alla moda della movida notturna.L’attrazione principale è The Walk, la passeggiata lungomare di 1,6 km che permette di ammirare gli avveniristici grattacieli, tra cui la Cayan Tower, la torre con l’architettura a torsione più alta del mondo.

Guida di Dubai per Crocieristi

Per gli appassionati di shopping c’è il Dubai Marina Mall e inoltre nei pressi del centro commerciale trovate anche il caratteristico Marina Market.
Se avete la fortuna di trascorrere una notte in città potrete fare una crociera con cena inclusa navigando sul canale artificiale.

Mall of Emirates e Ski Dubai

 Dal nome sembrerebbe uno degli ennesimi centri commerciali, ma merita una visita per l’esclusivo Ski Dome, una vera e propria stazione sciistica con neve artificiale. Visibile anche dall’esterno, tramite enormi vetrate, questa installazione, che ha una superficie di 3000 mq, permette di sciare e di dedicarsi a tutte le attività legate agli sport invernali. E’ possibile inoltre vedere i pinguini e se non volete limitarvi a osservare da fuori, ma non avete con voi l’attrezzatura e gli indumenti adatti potrete noleggiarli.

Guida di Dubai per Crocieristi

Souk Madinat Jumeirah

E’ un centro commerciale costruito in modo da sembrare un antico souk arabo, una vera atmosfera da mille e una notte in cui immergersi e da dove ammirare bellissime visuali del Burj El Arab. E’ contornato da canali artificiali dove è possibile fare un giro in barca.

Guida di Dubai per Crocieristi

Miracle Garden

Se siete amanti dei fiori e dei giardini non potete perdervi questo immenso parco floreale di 72.000 metri quadri, dove fiori, cespugli e piante sono arrangiati in modo da formare figure, oggetti e incredibili scenografie. L’ingresso costa 55 dirham, circa 13 euro al cambio attuale.

Dubai Frame

E’ una struttura composta di vetro e acciaio, alta 150 metri e ricoperta di decorazioni dorate. Come dice il suo nome è una cornice attraverso la quale ammirare lo skyline della città. E’ possibile visitarla e passeggiare sulla passerella trasparente con la sensazione di camminare nel cielo. E’ concepita metaforicamente come punto di incontro tra nuovo e vecchio mondo, infatti guardando verso nord è possibile vedere la vecchia Dubai e voltandosi il paesaggio cambia completamente con la città nuova e futuristica. E’ un vero e proprio inno al futuro, anche i biglietti per l’ingresso possono solo essere  utilizzati in formato digitale e non cartaceo e sono acquistabili tramite il  sito ufficiale.
Oltre alla salita alla cima della cornice potrete ammirare all’interno la Dubai Frame Exhibition che narra la storia di questo monumento e la Past Dubai Gallery, mostra sul passato della città con un focus sui rapidi cambiamenti che ha subito in pochi decenni.

Guida di Dubai per Crocieristi

 

Queste sono solo alcune delle cose che potrete visitare a Dubai, ma già mentre sto scrivendo, in questa città, che vive proiettata nel futuro sono in corso lavori e si stanno pianificando nuove e impressionanti opere. La sua prospettiva è dinamica e non statica come avviene nella maggior parte delle altre metropoli e la parola all’ordine del giorno è cambiamento e nuove opportunità per stupire anche chi vi fa ritorno a distanza di breve tempo.

Licenza Creative Commons” style=
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale

News

MSC Crociere: nuovi e sbalorditivi investimenti

MSC Crociere: nuovi e sbalorditivi investimenti

MSC Crociere e Chantiers de l’Atlantique hanno firmato oggi un contratto per la costruzione di una terza e quarta nave alimentate a gas naturale liquefatto. Queste due nuove navi faranno parte del progetto World Class e seguiranno l’ammiraglia, MSC Europa, il cui taglio della lamiera è avvenuto lo scorso primo novembre e che verrà ultimata nel 2022.

Come MSC Europa saranno navi all’insegna del “Green”, orientamento sempre più abbracciato dalla compagnia , e la loro consegna è prevista per il 2025 e il 2027.
Saranno navi enormi, con una stazza superiore alle duecentomila tonnellate e una portata di 7000 passeggeri.

MSC Crociere: nuovi e sbalorditivi investimenti

Oltre a questo, è stato firmato un memorandum d’intesa che sigla l’impegno per due nuovi progetti di sviluppo su prototipi alquanto particolari ed ultraecologici:

Una coppia di navi da crociera, del valore complessivo di 4 miliardi, alimentate a gas e in grado di soddisfare gli standard prefissati dall’IMO (Organizzazione Internazionale Marittima) che prevedono l’emissione di gas serra vicine al livello zero.

Una nave da crociera alimentata da energia eolica, praticamente una nave a vela che rafforza ancora maggiormente l’impegno ecologico di MSC Crociere.

L’investimento complessivo è di 6,5 miliardi, uno degli investimenti più cospicui mai fatto da una una compagnia di crociera.

Alla cerimonia erano presenti Édouard Philippe, Primo Ministro francese; Gianluigi Aponte, CEO di MSC; Pierfrancesco Vago, Executive Chairman di MSC Cruises; e Laurent Castaing, General Manager di Chantiers de l’Atlantique.

E’ stata ribadita la collaudata partnership che lega MSC e il cantiere francese e che ha già visto la consegna di ben 15 navi negli ultimi due decenni e che verrà rafforzata nel prossimo decennio con questi progetti volti a dare forma alla crocieristica del domani e allo sviluppo di nuove navi all’avanguardia.

Con questi nuovi progetti all’avanguardia, MSC ci proietta nel futuro e ci fa sperare in un mare costellato di navi da crociera a zero inquinamento e con caratteristiche davvero sbalorditive.

Licenza Creative Commons” style=
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale

Consigli e Guide di ViaggioEmirati Arabi

In Crociera a Dubai per EXPO 2020

In Crociera a Dubai per EXPO 2020

Il 2020 a Dubai sarà l’anno dell’EXPO,l’esposizione internazionale che inizierà il 20 ottobre 2020 e terminerà il 10 aprile 2021.
La scorsa edizione si era tenuta a Milano nel 2015 e questa sarà la prima ad essere ospitata in un paese arabo.

Lo slogan di questo evento recita: “Connecting Minds, Creating the Future” e cioè collegare le menti e creare il futuro e sta a testimoniare l’impegno di incentrare il futuro delle nazioni sulle Opportunità, la Mobilità e soprattutto la Sostenibilità, per un mondo sempre più integrato e attento all’ambiente.

In Crociera a Dubai per EXPO 2020
In Crociera a Dubai per EXPO 2020

Sono previsti 25 milioni di visitatori, un numero enorme che per rendere l’idea è quello della popolazione dell’intera Australia.
Gli espositori partecipanti saranno 200, tra cui l’Italia
Sarà un evento mastodontico che trasformerà ulteriormente l’architettura di Dubai portando la città a proiettarsi oltre al futuro, con una serie di costruzioni e progetti che ne cambieranno radicalmente l’aspetto.

In Crociera a Dubai per EXPO 2020
Credit @CRA

L’area che ospiterà l’evento occuperà oltre 400 ettari in un nuovo quartiere dedicato alla fiera in prossimità dell’aeroporto internazionale Al Maktoum.
L’epicentro di EXPO 2020 sarà la Cupola, alta quasi 70 metri e larga 150, realizzata con una struttura di acciaio ricurvo e intrecciato con un tessuto traslucido che permetterà di proiettare immagini e peserà più di 2000 tonnellate.Questo progetto verrà realizzato dalla joint-venture di due aziende italiane: Cimolai e Rimond.

In Crociera a Dubai per EXPO 2020
L’iconica Cupola di EXPO 2020

Intorno alla zona fieristica verrà creato un vero e proprio polo urbano, la Città della Felicità, basato su un concetto innovativo di sostenibilità, con tutte le infrastrutture, lavorative, scolastiche e ricreative, raggiungibili in un massimo di 10 minuti.
Tra gli altri sorprendenti progetti che dovrebbero vedere la luce per quel periodo sono previsti:

Aladdin City un complesso che ricorda la lampada di Aladino, composto da sei torri, da 25 piani ciascuna, collegate tra loro da ponti inseriti in un ambiente climatizzato e dotate di tappeti mobili. Le torri ospiteranno uffici, hotel e un parcheggio per 900 auto.

In Crociera a Dubai per EXPO 2020
Alladin City

Creek Harbour, un’area di 6 chilometri quadrati, nei pressi della riserva naturale di Ras Al Khor, che vedrà intorno al porto la costruzione di resort, yacht club e spazi commerciali, il tutto in linea con un’urbanizzazione eco-sostenibile.

Qui sorgerà la Dubai Creek Tower, progettata da Calatrava, che declasserà il Burj Khalifa in altezza, diventando l’edificio più alto al mondo. L’altezza della torre è top secret e verrà svelata solo all’inaugurazione, ma pare che sarà tra i 1000 e i 1400 metri. Alla cima svetterà la Pinnacle Room che permetterà una vista a 360 gradi sulla città.

In Crociera a Dubai per EXPO 2020
Credit: TheTowerinfo.com

La Città della Salute sarà fondata sempre nell’ottica di una qualità della vita sostenibile e all’avanguardia e ospiterà cliniche, ospedali, centri di ricerca, tutti attrezzati con le più moderne tecnologie, per permettere anche a questo settore di evolvere e oltrepassare il futuro.

Il Mall of the World, supererà un altro record, quello del centro commerciale più grande al mondo; ospiterà ben 7 chilometri di percorso tra negozi e altre attrazioni ispirate ai luoghi più iconici al mondo, come la Rambla di Barcellona, Rodeo Drive di Los Angeles e Oxford Street di Londra e avrà un parcheggio in grado di contenere 50.000 vetture.
All’interno si troveranno inoltre teatri in stile Broadway, hotel, ristoranti, cinema e un vero e proprio parco divertimenti.

In Crociera a Dubai per EXPO 2020
Photo Credit: AL Bawaba

Il treno Hyperloop, che dovrebbe debuttare in occasione di EXPO e che collegherà Dubai ad Abu Dhabi in appena 12 minuti. Un treno davvero futuristico composto da capsule pressurizzate che viaggiano all’interno di tunnel chiusi con un sistema molto simile a quello della posta ad aria compressa e possono raggiungere una velocità di 1.200 km orari.

In Crociera a Dubai per EXPO 2020

Queste sono le principali attrattive che ci riserverà Dubai a partire dalla fine del 2020, unitamente all’EXPO vero e proprio che ospiterà anche il padiglione dedicato all’Italia.
Il tema di quest’ultimo sarà “Beauty connects people” e cioè la bellezza connette le persone e porterà le eccellenze e talenti del nostro paese in un Hub innovativo ispirato agli standard più avanzati ispirati alla sostenibilità e all’economia circolare.

In Crociera a Dubai per EXPO 2020

Saranno parecchie le compagnie di crociera che consentiranno una sosta a Dubai sufficiente da permettere una visita all’Expo e alla città.

Costa Crociere posizionerà Costa Diadema negli Emirati a partire da fine ottobre con crociere di sette notti in partenza di Dubai, Abu Dhabi e Doha.

Msc Crociere avrà due navi posizionate nel Golfo Persico per la stagione invernale 2020/2021: Lirica a partire da fine ottobre e Seaview dalla metà di novembre del 2020.
MSC Crociere ha firmato una partnership con EXPO 2020 e sarà rivenditore ufficiale per i biglietti di ingresso.
Per gli ospiti di MSC Lirica il costo del biglietto sarà compreso nella quota di crociera e inoltre chi sceglierà di effettuare la visita potrà usufruire di navette gratuite e di un voucher che consentirà l’ingresso rapido, con minor coda, a tre padiglioni.

Il costo del biglietto di ingresso a EXPO 2020 è di 120 AED, circa 33 dollari, chi ha superato i 65 anni potrà entrare gratis, mentre i giovani di età compresa tra i 6 e i 17 anni e tutti gli studenti avranno uno sconto del 50%.
Ingresso gratuito per i disabili e biglietto a metà prezzo per il loro accompagnatore.

Una crociera negli Emirati nella prossima stagione invernale offrirà quindi un valore aggiunto notevole ed è un’occasione unica per chi ha in programma questo itinerario.
Considerando l’alta attrattiva di questo evento, è consigliabile prenotare la crociera con molto anticipo.
Per prenotazioni potete rivolgervi alla nostra agenzia di fiducia Fersina Viaggi

Licenza Creative Commons” style=
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale

 

Consigli e Guide di ViaggioEmirati Arabi

Il paradiso perduto del Bahrain

Il paradiso perduto del Barhain

Il Bahrain è un piccolo stato composto da 33 isole situate nel Golfo Persico, al largo della penisola arabica, tra la regione di Al Hasa e il Qatar.
Le isole sono collegate tra loro da ponti e sabbia e il territorio è in prevalenza desertico.
E’ una monarchia costituzionale ereditaria e nonostante la vicinanza con altri stati integralisti, come l’Arabia Saudita, è uno dei paesi più tolleranti dell’intera area.
La sua economia è basata, in primis, sulla produzione petrolifera, è infatti stato il primo paese del golfo a scoprire l’oro nero.
Questa non è però l’unica risorsa, in quanto il paese ospita numerose attività finanziarie e di investimento da parte di paesi stranieri.

Il paradiso perduto del Barhain

In passato l’economia di questo piccolo regno, di cui si hanno notizie già dall’epoca dei Sumeri, era basata sul commercio di perle, famose in tutto il mondo. Oggigiorno questa attività è marginale, anche se si sta cercando di rilanciarla, soprattutto per non perdere una tradizione millenaria.
La popolazione è composta per una parte consistente da expat e cioè lavoratori esteri allocati in questo paese dalle proprie aziende.
La vicinanza con l’Arabia Saudita e il fatto di essere un paese relativamente liberale, fa sì che i sauditi si rechino spesso qui per trovare quello che nel loro paese è al momento proibito, come i cinema e i locali dove bere alcolici o intrattenersi.
Un lungo ponte collega direttamente i due paesi e rende quindi agevoli gli spostamenti tra uno e l’altro.

Il paradiso perduto del Barhain

 

Le navi da crociera attraccano nel porto di Mina Salman, situato a Manama, la capitale del paese.
Le cose da visitare non sono moltissime ed è possibile farlo sia con un tour della compagnia di crociera, che per conto proprio con un taxi.
I taxi si trovano all’uscita del porto, ricordatevi che siete in un paese arabo e quindi contrattate sempre e soprattutto abbigliatevi in modo adeguato, tenendo presente che per la moschea è necessario, per le donne, avere gambe, braccia e capelli coperti; inoltre se avete tatuaggi evidenti cercate di nasconderli il più possibile, soprattutto se riportano scritte o ideogrammi.

Moschea di Al Fateh

E’ situata alla periferia di Manama ed è una delle più grandi moschee del mondo, può contenere fino a 7.000 fedeli.
Le visite al suo interno sono guidate e gratuite e si trovano anche guide in italiano. Potrete vedere le bellezze di questa moschea, ammirare i materiali preziosi con cui è stata costruita, tra cui il marmo italiano e inoltre vi verrano anche spiegati alcuni fondamenti del corano e della religione islamica.

Skyline

La città di Manama è in continua e rapida espansione e i suoi palazzi sono costruiti secondo i dettami di un’architettura avveniristica.
Tra questi spicca per la sua forma particolare il Bahrain World Center composto da due strutture a vela collegate tra loro da pale eoliche, un grattacielo dal design davvero unico, che simboleggia un orientamento verso una green economy volta a sfruttare oltre all’eolico anche l’energia solare e il riciclo delle acque reflue. Al suo interno potete trovare un enorme centro commerciale di lusso, dove spiccano le maggiori firme internazionali dell’alta moda. 

Il paradiso perduto del Barhain

Qal’at al-Bahrain

Conosciuto anche con il nome di Fortezza Portoghese,  poggia su una collina artificiale la cui costruzione iniziale risale ben al 2300 A.C. ed è proseguita nelle varie epoche fino alla dominazione portoghese che ha edificato il fortino vero e proprio. E’ stato inserito nel patrimonio dell’UNESCO e domina da un lato il mare.

Il paradiso perduto del Barhain
Martin Falbisoner [CC BY-SA 4.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)]

Bab el-Bahrain

E’ il souq della città di Manama, si trova davanti al Financial Harbour. E’ facilmente riconoscibile per la porta di ingresso bianca in stile coloniale.
Come tutti i mercati arabi è suddiviso in zone merceologiche e anche qui è sempre bene contrattare.
Interessante la zona delle spezie, mentre per il resto non ha mercanzie particolarmente diverse a quelle di altri souq e inoltre ha un’atmosfera molto tranquilla e senza il tipico vociferare di questi mercati.

Il paradiso perduto del Barhain

Circuito Sakhir

Il Bahrain è noto a molti per il suo circuito di formula uno che si trova alla periferia di Manama. E’ una pista molto impegnativa in quanto esposta all’arrivo della sabbia del deserto circostante. Per evitare che tale sabbia disturbi in modo eccessivo le corse viene spruzzata una specie di lacca fissante nelle zone dove la sabbia si deposita maggiormente e inoltre le corse iniziano tutte al calar del sole e   terminano sotto i riflettori.

Il paradiso perduto del Barhain
SAKHIR (BAHRAIN) © FOTO STUDIO COLOMBO PER FERRARI MEDIA (© COPYRIGHT FREE)

Royal Camel Farm

E’ l’allevamento di dromedari della famiglia reale e si trova a pochi chilometri fuori dalla città. Se vi piacciono e incuriosiscono questi animali e soprattutto se viaggiate con bambini è una meta da non perdere.
Gli animali sono esemplari di pregio e molto ben tenuti, l’orario di visita è continuato e inoltre non si paga per accedere. Spesso troverete anche guardiani pazienti che vi spiegheranno come dare da mangiare e come interfacciarsi con i dromedari.

Il paradiso perduto del Barhain

Shajarat-al-Hayat, l’albero della vita

Questo albero che si trova nel bel mezzo del deserto, a circa 40 chilometri da Manama, è un’enorme acacia che ancor oggi non si riesce a spiegare come faccia a sopravvivere in un clima così ostile.
La sua storia è leggendaria e si basa sulle tradizioni cattoliche ed ebraiche.
Nella Bibbia si narra che nel giardino dell’Eden esistessero due alberi, uno del bene e uno del male, prima uniti tra di loro e poi separati da Adamo. La leggenda vuole che in Bahrain sorgesse questo giardino e che questo albero ne sia l’ultima testimonianza.

Il paradiso perduto del Barhain
By കാക്കര – Own work, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=27547139

Il Barhain è sicuramente una tappa che si visita in una giornata raggiungendo i punti di maggior interesse. Le navi che fanno scalo in questo porto sono attualmente MSC Bellissima e MSC Lirica e per prenotare una di queste crociere da mille e una notte potete rivolgervi direttamente a Fersina Viaggi

Licenza Creative Commons” style=
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale

Curiosità

La storia del Cirque Du Soleil e gli spettacoli di MSC

La storia del Cirque Du Soleil e gli spettacoli di MSCJean Gagnon [CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)]

Il Cirque du Soleil nasce nel 1982 a Baie-Saint-Paul, una città del Quebec in Canada, quando un gruppo di artisti di strada improvvisò un’esibizione tra i passanti che rimasero veramente entusiasti dello spettacolo.
Questi artisti facevano parte del Club des Talons Hauts, ovverosia il club dei tacchi alti ed erano giocolieri, trampolieri e mangiafuoco.
Dopo il successo ottenuto decisero di organizzare un vero e proprio festival e l’organizzatore fu Guy Lalibertè, un ex mangiatore di fuoco, al quale può essere attribuita la fondazione del Cirque su Soleil, che inizialmente fu un’associazione no profit.
Dopo alcuni anni di successi in giro per il Canada, nel 1987 l’associazione si trasforma in azienda privata e da allora ha continuato a crescere e a diffondersi in tutto il mondo.

La storia del Cirque Du Soleil e gli spettacoli di MSC

Il successo enorme di questo circo è dovuto alla presenza di una serie di fattori determinanti. Innanzitutto, a differenza del circo classico, non ci sono animali e tutti i numeri si basano solo sulle capacità degli esseri umani.
Ogni show presentato dalla compagnia ha un suo nome preciso e una trama ben definita. Le esibizioni seguono un filo conduttore e raccontano una storia. Le scenografie e i costumi sono molto curati e l’innovazione è il perno che fa da traino ai suoi spettacoli che si evolvono negli anni.
A tutto questo si è aggiunta una saggia politica aziendale che ha fatto sì che questa impresa potesse autofinanziarsi e crescere sempre di più.
L’organizzazione conta 4.000 dipendenti, inclusi 1.400 artisti, provenienti da 50 paesi diversi.
In Italia è arrivato per la prima volta a settembre di quest’anno, con lo show Corteo con le sue immagini carnevalesche e oniriche che riportano ai film di Fellini.

La storia del Cirque Du Soleil e gli spettacoli di MSC

Nel 2017 con l’entrata in servizio di MSC Meraviglia, MSC Crociere inizia la collaborazione con il Cirque de Soleil, portando a bordo delle navi di classe Meraviglia spettacoli studiati appositamente.
Su queste navi viene creata la Carousel Longue, uno spazio studiato appositamente per accogliere questo tipo di spettacoli, dove gli ospiti possono cenare o semplicemente bere un cocktail, mentre si godono lo spettacolo.

La storia del Cirque Du Soleil e gli spettacoli di MSC
Longue di MSC Meraviglia

A bordo della nuova ammiraglia di MSC, Grandiosa, che sarà varata a breve verranno presentati due nuovissimi spettacoli del Cirque du Soleil at Sea:

Excentricks, presentato con il motto di “aspettatevi l’inaspettato”, sarà vivace ed effervescente, con costumi colorati e personaggi stravaganti e l’innovazione è nel coinvolgimento del pubblico.
Ogni spettatore potrà infatti essere invitato a partecipare a quanto avviene sul palco in prima persona.

Cosmos, un viaggio nell’incredibile, ispirato ai viaggi spaziali, porterà i protagonisti nel cosmo a riscoprire sé stessi. Un viaggio intergalattico alla velocità della luce che permetterà un’immersione nel fantastico mondo del Cirque du Soleil at Sea.

MSC Bellissima presenta altri due spettacoli inediti:

  • Syma, un viaggio per mare oltre ogni immaginazione. Protagonista un marinaio che durante la navigazione affronta gli elementi della natura e scopre l’isola misteriosa popolata da creature surreali e variopinte. Lo spettacolo invita ogni spettatore a trovare la propria isola immaginaria lasciandosi cullare dalla fantasia e da una scenografia davvero originale con luci psichedeliche e numeri acrobatici.

La storia del Cirque Du Soleil e gli spettacoli di MSC

  • Varélia, l’amore a colori. Qui si ritorna al medioevo con la favola che narra il corteggiamento di una principessa dalla pelle viola e di un affascinante cavaliere cieco.
    L’amore tra i due è contrastato da un malvagio che in un attimo di follia rapisce la dama. La storia ha però il suo lieto fine con il cavaliere che, aiutato da amici, riesce a riscattare l’amata. Una scenografia unica degna di un medioevo fantasy e impreziosita da luci laser.

La storia del Cirque Du Soleil e gli spettacoli di MSC

 

MSC Meraviglia, la prima nave che ha ospitato a bordo il Cirque du Soleil at Sea, presenta ai propri ospiti altri due show:

  • Sonor, un’avventura acustica dove tutti i personaggi si muovono a ritmo di musica, evocando un mondo di sensazioni uniche che in un crescendo progressivo trasporta lo spettatore a raggiungere un’apoteosi di emozioni finali, grazie allo sprigionare di emozioni intense sapientemente guidate dalla bravura degli artisti in scena.

La storia del Cirque Du Soleil e gli spettacoli di MSC

  • Viaggio, racconta la storia di un eccentrico pittore, che ricerca la sua misteriosa musa senza volto.
    La figura immaginaria lo porterà, grazie alla sua seduzione e al velo di mistero che la circonda, a esplorare un mondo fantastico che verrà immortalato nel suo capolavoro.
    Lo show vive attraverso le emozioni del pittore che con ogni pennellata rivela la sua opera, trasformando il teatro in una tela vivente. E alla fine lo spettatore vedrà nascere davanti ai propri occhi un capolavoro.

Gli spettacoli a bordo possono essere acquistati e prenotati con l’opzione di una cena di 3 portate, servita prima dell’inizio, al costo di 35 euro, o di un cocktail speciale del costo di 15 euro a persona, servito mezz’ora prima dell’inizio dello spettacolo.
E’ consigliabile prenotare in anticipo i posti, prima della crociera, dato il numero limitato.

Per maggiori informazioni e una descrizione più completa di questa realtà potete visitare il sito del Cirque du Soleil 


Licenza Creative Commons” style=
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale

Consigli e Guide di Viaggio

Come muoversi a Barcellona per crocieristi parte 1

barcelona-3226639_1920

Barcellona è sicuramente una delle città più affascinanti d’Europa e tra le più visitate nel mondo.  Le cose da fare e i monumenti da visitare sono veramente moltissimi ed è quindi un’impresa ardua farne un elenco completo. D’altronde in rete è possibile reperire, armandosi di pazienza e saltellando tra un sito e un altro, tutto quello che può servire per organizzare il proprio viaggio.

Perciò in questo articolo vogliamo fornire le indicazioni utili per muoversi a Barcellona e per programmare la visita riferendosi in particolare a chi fa tappa in città con una nave da crociera.

Barcellona è una delle mete più gettonate negli itinerari delle crociere del Mediterraneo Occidentale. Molto spesso è addirittura port of call per molte compagnie.
E’ talmente visitato che si pensa persino di mettere un limite agli ingressi delle grandi navi!

Le crociere e il fenomeno dell'overtourism
Porto di Barcellona

Se la partenza della vostra crociera è proprio il porto di Barcellona allora vi consigliamo di prendere un volo in autonomia (è molto facile trovare occasioni a prezzi molto abbordabili) e soggiornare almeno due notti in città. Purtroppo, se il volo non vi costerà molto, altrettanto non si può dire per le notti in Hotel. Il costo infatti di una sistemazione “decorosa” non è proprio a buon mercato. E’ ovvio che ci sono alternative per tutte le tasche, ma bisogna tener presente che per organizzarsi bene la propria scelta va orientata su alcuni quartieri che consentono l’utilizzo della metropolitana per raggiungere in tempi brevi i diversi luoghi da vedere.

L’alta concentrazione di navi che attraccano a Barcellona fa sì che, oltre all’elevato numero di turisti che abitualmente visitano la città, si aggiungono una media di oltre 6.800 passeggeri al giorno (l’anno scorso sono sbarcate oltre 2.500.000 di persone). Per questa ragione nel programmare la visita bisogna tenere conto della possibilità di trovare lunghe code per entrare nei diversi siti e/o anche solo per utilizzare i mezzi pubblici. E’ indispensabile quindi organizzarsi al meglio.

LA METROPOLITANA

Mappa Metropolitana
Mappa Metropolitana

Servirsi della Metropolitana di Barcellona è molto semplice. E’ composta da 11 linee identificate dalla lettera L seguita da un numero (da 1 a 11 appunto) e da un diverso colore per ognuna.
La rete è divisa in zone e la zona 1 comprende tutte le fermate della città.

Esistono diverse applicazioni per smarphone, Ios e Android, che forniscono un valido aiuto per la scelta delle linee da utilizzare. Noi abbiamo utilizzato TMBapp e Barcellona Metro entrambe valide che consentono di impostare il luogo da raggiungere per ottenere il percorso con le linee da usare. Vi verrà inviata una notifica quando raggiungerete la vostra fermata. Con la prima troverete le indicazioni sui biglietti acquistabili (anche on line dall’applicazione stessa).

Metropolitana di Barcellona
Acquisto biglietti in stazione

I costi dei biglietti partono dal singolo a 2,20€ valido per la zona 1 ad esclusione delle fermate T1 e T2 della linea 9 (Aeroporto) per le quali il biglietto specifico costa 4,60€ a diversi tipi di abbonamento (sono veramente molti e li trovate nella sezione Biglietti dell’applicazione). Noi, che ci siamo fermati due giorni prima dell’imbarco, abbiamo trovato molto comodo il T-10, carnet da 10 corse da usare anche in più persone contemporaneamente, che costa 10,20€ .
Si può acquistare solo alle macchinette presenti nelle stazioni della Metro e non on line dall’applicazione.

Questi biglietti sono utilizzabili anche sulle linee di superficie ma, considerato il rischio di ingorghi, è sempre preferibile utilizzare le linee sotterranee.

COSA VEDERE SE SOSTATE CON UNA CROCIERA.

Durante l’ultima nostra visita a Barcellona abbiamo incontrato dei crocieristi  che avevano in programma di visitare la Sagrada Familia, il paco Guell e Casa Batllò e tutto tra le 10,00 del mattino e le 13,00! Non sappiamo che cosa abbiano visto in realtà, ma sicuramente non quello che avevano in programma.

E’ necessario darsi delle priorità e, soprattutto, pensare che a Barcellona si tornerà ancora altre volte e ogni volta si aggiungerà una tessera del puzzle.

LA SAGRADA FAMILIA

Sagrada Famillia, esterno
Sagrada Famillia, esterno

La famosissima Chiesa progettata dal genio di Antoni Gaudì è in costruzione dal 1882 e fino al 2026 non si vedrà la conclusione dei lavori. In ogni caso una visita è d’obbligo.
Per raggiungere il sito potrete utilizzare la linea viola L2 oppure la blu L5.  Dal Mirador de Colom (Stutua di Cristoforo Colombo) dove vi lascia lo Shuttle del porto, potete prendere la Rambla e alla seconda traversa a sinistra trovate la fermata di Drassanes della L3 verde. Prendetela in direzione Trinitat Nova e alla terza fermata, Passeig de Gràcia,  troverete la connessione con la linea L2 viola. Andate in direzione Badalona Pompeo Fabra e alla terza fermata sarete arrivati. Considerando che normalmente i treni passano con una frequenza di 2, massimo 3, minuti, in una ventina di minuti raggiungerete la vostra meta.

All’uscita dalla stazione, quando sarete ancora sulla scala mobile, vi apparirà la visione di questa imponente costruzione che vi toglierà il fiato.

Ma le sorprese non finiscono qui: quando vedrete l’interno rimarrete ancora più sbalorditi!

Molti crocieristi sono però costretti a rinunciare alla visita completa, perché la coda per acquistare i biglietti è sempre lunghissima. Quindi vi consiglio di procedere all’acquisto on line prenotando con largo anticipo (almeno un mese prima).
Le possibilità offerte sono molte: dalla semplice visita alla visita con audio guida (in molte lingue tra cui italiano) fino al tour guidato in spagnolo o inglese (per quest’ultimo bisogna prenotare almeno 2 o 3 mesi prima).
Ai prezzi indicati di seguito dovete aggiungere un feet che va dai 5 ai 7 euro (in ogni caso al botteghino costano di più e comunque la coda è molto lunga).

Sagrada Famillia, interno
Sagrada Famillia, interno

I siti che vendono questi biglietti sono quelli classici: Get your guideTicketBar o altri che potete reperire in rete.
Noi abbiamo usato quello ufficiale: Barcellona Ticket. Per darvi un’idea questi sono i prezzi:

Ingresso prioritario alla Sagrada Familia

Biglietti d’Ingresso prioritario alla Sagrada Familia

Biglietti di Accesso rapido alla Sagrada Familia con Ingresso alle torri e Audio-guida

Più o meno sono uguali in quasi tutti i siti.

Per la visita con audio guida dovete calcolare circa un’ora e mezza per vedere tutto con tranquillità e due ore se scegliete di salire su una delle due torri.

Quindi se uscite dalla nave intorno alle 9,00  intorno alle 11,00 o 11,30 avrete finito. Se il tutti a bordo è alle 13,00 vi rimane ancora un po’ di tempo.

Se è la prima volta che visitate Barcellona allora vi consiglio di riprendere la Metro esattamente al contrario rispetto all’andata ma questa volta, sulla linea L3 verde scendete alla fermata prima  Liceu e all’uscita sulla Rambla vi troverete di fronte alla

LA BOQUERIA – IL MERCATO DI BARCELLONA

La Bouqueria
La Bouqueria il mercato più famoso di Barcellona.

 

Il Mercato della Bouqueria è sicuramente il più famoso di Barcellona e ha origini molto antiche. Le prime attività in loco risalgono al 1200 mentre la struttura attuale è stata costruita verso la fine del 19° secolo (per l’esattezza è stata inaugurata nel 1840). In questo mercato trovate tutte le specialità spagnole e non: dalla frutta alle verdure, dalle carni rosse al pesce e a una vasta scelta di crostacei e molluschi tra cui spiccano invitanti ostriche. Per avere un’idea di cosa potete trovare visitate il sito ufficiale.

 Tutti i prodotti si possono portare a casa o consumare direttamente sul posto in banchi dotati di sgabelli che li cucinano “a vista”. L’unico problema è che nell’ora di pranzo bisogna armarsi di pazienza e aspettare il proprio turno. In alternativa trovate cartocci da asporto con salumi e formaggi o frutta e frullati. I prezzi di questi ultimi sono molto abbordabili mentre mangiare qualche piatto ai banchi più essere un po’ più dispendioso. Ovviamente dipende anche dal tempo che avete a disposizione. Ricordate che chiude alle ore 20.00.

Noi abbiamo scelto di pranzare al Pinotxo Bar, che avevamo visto in TV nella trasmissione JOC DE CART (la versione spagnola di 4 RISTORANTI) dove si era aggiudicato il primo posto nella puntata dedicata alla Bouqueria. Bisogna ammettere che abbiamo mangiato veramente bene!

Una volta fatto un giretto all’interno della Bouqueria e magari aver spizzicato qualche prelibatezza potete riprendere la Rambla, questa volta a piedi, e in una decina di minuti sarete alla statua di Cristoforo Colombo (Mirador de Colom) da cui potrete riprendere lo shuttle per la nave.

La prima proposta per una visita a Barcellona con una crociera finisce qui. Se avete già visto la Sagrada Familia allora seguiteci per altri suggerimenti nella seconda parte che pubblicheremo a breve.


Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.