Cinzia Marchisio

Cinzia Marchisio

Appassionata di viaggi da sempre, sostiene che viaggiare fa parte del proprio corredo genetico ed è un difetto che non puoi fare a meno di assecondare. Ha girato tutti i continenti in ogni modo possibile e negli ultimi anni predilige i viaggi in crociera, abbinati a soggiorni e tour. Ha all’attivo oltre 600 giorni di crociera e incalcolabili (solo perché non le ha mai contate) ore di volo. Tra le altre passioni, la lettura, le serie televisive USA e British, la storia, specie quella egizia e medioevale e il cibo come stile di vita, perchè il viaggio per essere completo va assaporato con tutti i sensi e bisogna assimilare gli usi e costumi locali per poterli comprendere.

Consigli e Guide di ViaggioEmirati Arabi

Oman, la Svizzera del Golfo Persico

Oman, la Svizzera del Golfo Persico

Una crociera nel golfo persico che faccia scalo in Oman, offre un valore aggiunto davvero inestimabile.
Se siete rimasti colpiti dagli altri paesi del golfo per la loro architettura avveniristica e per quanto di più moderno e futuribile possiate trovare, qui farete un tuffo in una realtà che nulla ha a che fare con città costellate da grattacieli e mega centri commerciali.
L’Oman è stato spesso definito, a ragione, come l’anti-Dubai, a voler significare che qui non si è voluto creare un paese volto a stupire con costruzioni sempre più impossibili e da Guinness dei Primati, ma si è invece puntato a riscoprire la bellezza dell’arte e a integrare i monumenti con quello che è il paesaggio naturale, senza alterarlo, ma invece arricchendolo e rendendolo degno di uno scenario da mille e una notte.
Il cambiamento epocale di questo paese è avvenuto nel 1970, quando è salito al trono il sultano Qaboos, che ha detronizzato il padre.
Uomo raffinato e molto colto, ha studiato in Inghilterra e tornato in patria ha deciso di iniziare un cambiamento che ha trasformato un paese arretrato e con un livello di scolarizzazione davvero basso, in una moderna nazione dove la cultura ha un piano di spicco e le scuole e le strutture sanitarie sono completamente gratuite per tutti gli abitanti. Tutto questo ha valso alla nazione il soprannome di Svizzera del Golfo Persico.

Oman, la Svizzera del Golfo Persico
Il porto di Muscat

Pur essendo un paese mussulmano, l’Oman non risente del rigore integralista degli altri paesi dell’area e negli ultimi anni si è trasformato in un vero e proprio paradiso turistico.
E’ da poco deceduto, nel mese di Gennaio 2020, il Sultano dell’Oman. In mancanza di eredi diretti gli è succeduto il cugino Haitam, che ha assicurato una linea di continuità con la politica del precedente sultano.
L’Oman è un paese molto tranquillo e sicuro, non avrete problemi a girare per conto vostro, l’unica precauzione è quella di adottare un abbigliamento decoroso e adeguato, soprattutto in caso visitiate delle moschee.

Muscat

Muscat o Mascate, è la capitale dell’Oman è uno dei porti di scalo principali. Nel caso la vostra crociera preveda una tappa in questa città avrete la possibilità di scegliere escursioni tra diverse escursioni.

La visita della città 

Muscat è una località che vale davvero la pena di essere visitata e potete tranquillamente optare per un fai da te, l’inglese è praticamente parlato ovunque.
In questo caso sarà necessario, una volta sbarcati, contattare uno dei tanti tassisti che troverete in porto, che propongono un tour della durata di circa 4 ore alla scoperta delle principali attrazioni della città.
Il pagamento può essere effettuato anche in euro, quindi non avrete il problema di cambiare in valuta locale. Contrattate sempre sul prezzo e specificate bene le tappe che volete visitare.

La Moschea del Sultano Qaboos è la prima tappa da fare in quanto è aperta al pubblico solo al mattino dalle 8.30 alle 11, escluso il venerdì giorno in cui è solo accessibile ai fedeli.
Circondata da bellissimi giardini, che vi incanteranno per il loro ordine e per la precisa e curata disposizione, ha un interno davvero grandioso dove spicca un enorme lampadario di cristallo Swarovski.

Al suo interno è inoltre possibile ammirare il secondo tappeto più grande al mondo, per tesserlo è stata necessaria l’opera di 600 donne in un periodo di di 4 anni di lavoro.
Per accedere alla moschea è necessario che le donne abbiano i capelli, le braccia e le gambe completamente coperte.
L’Oman è un paese molto ospitale e tutti sono ben accetti nella Moschea, anzi all’interno dei giardini vi verranno offerti, in segno di ospitalità, datteri e tè e materiale informativo.

Il Royal Opera House è considerato uno dei 10 migliori teatri al mondo, sia per bellezza che per acustica. Voluto dal lungimirante Sultano in carica che ha visto nella cultura il mezzo più efficace per modernizzare e rivalutare il proprio paese, ospita sempre una programmazione di alta qualità.
E’ un capolavoro di architettura moderna, che vi colpirà già dall’esterno con i suoi marmi levigati e brillanti, che spiccano nella cornice di un cielo blu cobalto. Gli interni sono maestosi ed è possibile visitarli gratuitamente.

Il Palazzo Reale Al Alam è il palazzo di rappresentanza del sultano e ospita gli uffici governativi. Può essere ammirato solo dall’esterno, ma vale la pena fare una passeggiata lungo il viale che lo circonda, per godere della visione dei bellissimi giardini, dell’imponente cancellata e della costruzione, risalente agli anni 70.

Oman, la Svizzera del Golfo Persico
Il Palazzo Reale di Muscat

Le fortezze portoghesi di Al-Jalali e di Al-Mirani, sono, come il palazzo reale, nella zona vecchia di Muscat e risalgono all’epoca della colonizzazione portoghese, quando Muscat era uno dei principali porti per il commercio delle spezie tra oriente e occidente.

Oman, la Svizzera del Golfo Persico

La Corniche è la bellissima passeggiata lungomare dove si trova un monumento davvero singolare che rappresenta un grande incensiere.

Oman, la Svizzera del Golfo Persico

Di fronte si trova il vecchio quartiere di Muttrah, ricco di edifici risalenti all’epoca della dominazione portoghese, tra i quali spicca una bella moschea sui toni dell’azzurro, che però non è aperta al pubblico.
Sempre in questo quartiere, che è il più vicino al porto dove attracca la nave, si trova il suoq, dove è possibile acquistare artigianato del luogo e i prodotti tipici come spezie, profumi e datteri.

Tour dei forti e dei castelli

L’Oman è sempre stato un importante crocevia tra Oriente e Occidente e per questo motivo ha dovuto, nel corso dei secoli, difendersi dalle invasioni, costruendo forti e castelli.
Da Muscat è possibile raggiungere in un’ora e mezza circa. Il forte di Nizwa, uno dei più importanti dell’intero stato, risalente al XVIII secolo.
E’ caratterizzato da un’enorme torre circolare e stupende porte di legno intagliate. E’ possibile visitarlo anche all’interno e godere dalla sommità dello stupendo paesaggio che si distende ai suoi piedi.

Oman, la Svizzera del Golfo Persico
Francisco Anzola [CC BY 2.0 (https://creativecommons.org/licenses/by/2.0)]
Il castello di Nakhal, si trova nella regione del Batinah, e il suo nome deriva da una parola che tradotta significa “palma da dattero”.
Questa fortezza costruita su una roccia, risale al periodo preislamico ed è stata sapientemente ristrutturata.

Oman, la Svizzera del Golfo Persico

Nelle immediate vicinanze si trovano le fonti termali con acque sulfuree la cui temperatura raggiunge i 45 gradi.

Khashab

Altro scalo delle crociere che toccano l’Oman è il porto di Khasab, la principale città della penisola del Musandam.
In questo porto la nave non attracca, ma scenderete a mezzo lance.La principale attrazione della zona sono i fiordi e l’avvistamento dei delfini.
Il mezzo migliore è una crociera in Dhow, l’imbarcazione tipica araba.
Potete prenotare il tour con la nave, in questo caso partirete direttamente dalla nave e vi imbarcherete sul Dhow, oppure potete optare per il fai da te e una volta scesi dal tender acquistare una delle tante escursioni proposte dai locali.

I fiordi omaniti sono un vero spettacolo della natura, dalle pareti ripide che terminano in un mare turchese con fondali corallini in cui poter anche fare snorkeling.
Non a caso questa zona viene definita anche “la Norvegia d’Arabia” e un valore aggiunto notevole è dato dai delfini che numerosi popolano la zona.

Per tutti i tour in Oman potete, oltre che affidarvi a quelli proposti dalla nave, scegliere il fai oppure optare tour operator specializzati che vi guideranno in questo stupendo paese. Noi vi consigliamo i tour in lingua italiana proposti dall’agenzia Azal Travel&Tourism

Licenza Creative Commons” style=
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale

Consigli e Guide di Viaggio

10 Motivi per scegliere una vacanza in crociera

10 Motivi per scegliere una vacanza in crociera

Nell’ultimo decennio abbiamo assistito a un vero e proprio boom delle crociere e ogni giorno nuove persone prendono in considerazione questo modo particolare di fare vacanza.
Spesso sono invogliate dalle pubblicità che decantano la crociera come un universo a sé stante dove essere coccolati e riveriti, oppure vengono attratti dai racconti di amici e parenti che le hanno già provate.
Chi invece non si è ancora deciso a prenderle in considerazione, magari perché è ancora legato a preconcetti su questo tipo di viaggio, dovrebbe valutare una serie di motivazioni, basate su fatti effettivi e magari rivedere il proprio punto di vista.

La crociera offre un notevole valore aggiunto

Nel prezzo della crociera sono comprese attività e altri servizi e beni che esulano dal semplice vitto e alloggio di cui potete usufruire in un hotel.
Innanzitutto la nave è un mezzo di trasporto che vi consente di spostarvi in più località e di visitare diversi paesi nel corso di un solo viaggio.Nella crociera sono comprese tantissime attività gratuite, che vanno dagli spettacoli a teatro, intrattenimento e utilizzo di aree come le piscine, gli idromassaggi e la palestra.
Ci sono crociere per tutti i budget, si parte dalle compagnie mass market per arrivare fino a quelle luxury.

10 Motivi per scegliere una vacanza in crociera

Inoltre se avete bambini e soggiornano nella vostra cabina, su tante compagnie pagano solo una quota relativa alle spese portuali.
Per spostarvi non dovete disfare e rifare la valigia, perché la crociera è l’unico tipo di viaggio che vi permette di visitare più luoghi senza l’incubo dei bagagli al seguito.
La nave infatti è come un hotel che vi segue, a voi non resterà che scegliere in base all’itinerario che vi affascina di più e quasi ogni mattina vi sveglierete in una località diversa.

Le crociere sono adatte a ogni fascia di età

Sulle navi ci sono attività adatte ad ogni fascia di età, dal miniclub per i più piccoli, all’animazione per teenager a intrattenimento per giovani e anziani. Basterà scegliere la compagnia di navigazione più adatta alle vostre esigenze e inoltre potrete trovare soluzioni che soddisfino le aspettative di tutti i membri della vostra famiglia.

10 Motivi per scegliere una vacanza in crociera

Ci sono navi di grandezze differenti

Tanti si dichiarano spaventati dalla stazza delle navi da crociera e hanno paura di non riuscire ad adattarsi in mezzo a una simile folla.
In effetti il mercato delle crociere offre soluzioni per tutti i gusti, dalle nuove mega-navi che raggiungono i 6000 passeggeri fino a quelle più piccole che possono accogliere poche centinaia di persone: tra questi due estremi c’è una vasta gamma di scelta che vi consentirà di individuare la stazza che più si addice alle vostre esigenze.

10 Motivi per scegliere una vacanza in crociera

Le attività a bordo sono molteplici

Una nave da crociera, qualunque sia la compagnia, offre una gamma di attività che difficilmente potrete trovare con una soluzione alternativa, quale può essere un villaggio turistico.
Ci sono attività per tutti i gusti, chi ama lo sport potrà allenarsi in palestre super attrezzate, partecipare a gare o tornei e tenersi in forma con corsi di ginnastica o di danza.
Per i meno attivi si va dalle attività di apprendimento come i corsi di bricolage, le lezioni di computer o fotografia per arrivare a corsi di cucina o a conferenze che riguardano argomenti diversi.
Per chi ama il relax, è facile trovare un angolino in cui dedicarsi alla lettura o semplicemente riposarsi, magari guardando il mare.
Non mancano inoltre giochi, spettacoli e musica dal vivo. Basta consultare il programma di bordo per vedere tutte le attività disponibili ad ogni orario.

10 Motivi per scegliere una vacanza in crociera

Le crociere sono un viaggio facile da pianificare

Considerando che la nave vi porta da una destinazione all’altra dell’itinerario scelto, non resta che organizzarvi per raggiungere il porto di partenza e dopo quello non avrete più il problema di raggiungere altre località organizzandovi il trasporto per conto vostro. L’unica cosa che dovrete fare è pianificare le escursioni, ma è anche possibile affidarsi ai tour proposti dalla nave.
Inoltre quasi tutte le compagnie di crociera, nel caso il porto di partenza sia distante o in un’altra nazione, offrono pacchetti comprensivi di voli aerei e transfer. In alcuni casi, quando le norme aeroportuali lo consentono, potrete consegnare i vostri bagagli al check in e ritrovarli in cabina senza doverli ritirare nell’aeroporto di arrivo.

10 Motivi per scegliere una vacanza in crociera

Le navi sono vere e proprie città galleggianti

A bordo trovate una vasta gamma di servizi e beni degni di una città. Negozi, parrucchiere, SPA, lavanderia, servizio medico, e inoltre una vasta scelta di ristoranti, teatro, cinema e discoteca. Le mega-navi hanno addirittura promenade con locali e negozi che nulla hanno da invidiare al più moderno centro commerciale, mentre per chi ama le crociere vecchio stile troverà su navi di dimensioni meno mastodontiche i medesimi servizi, naturalmente adattati al numero di persone presenti.

10 Motivi per scegliere una vacanza in crociera

Le crociere vi portano in tutto il mondo

Avete sempre sognato di visitare una meta esotica, ma non vi siete mai avventurati per paura di non sapervela cavare con gli usi e costumi locali o magari perché avete particolari problemi di alimentazione o intolleranze? Con la crociera potete toccare le mete più esotiche e avere sempre la garanzia di potere, volendo, consumare esclusivamente il cibo di bordo, che può essere adattato alle vostre esigenze.

10 Motivi per scegliere una vacanza in crociera

La crociera è un viaggio romantico

Il viaggio in crociera è sicuramente il modo più romantico per trascorrere il viaggio di nozze o per partire per una fuga a due. Pensate ai panorami che può regalarvi una crociera, le albe, i tramonti, la distesa immensa del mare, la possibilità di romantiche cene a due e inoltre tutta una serie di pacchetti disponibili per festeggiare al meglio e volendo per pronunciare nuovamente a bordo i voti matrimoniali, anche in caso di anniversari.

10 Motivi per scegliere una vacanza in crociera

La crociera vi apre una porta sul mondo

Oltre a portarvi a visitare nazioni e continenti differenti, con la crociera venite a contatto con una varietà di persone proveniente da tutto il mondo che difficilmente si può trovare altrove.
E’ quindi un’occasione unica di arricchimento culturale e sociale e inoltre tramite i canali internet come i forum o i gruppi di crociere, è possibile mettersi già in contatto con i partecipanti alla vostra stessa crociera per iniziare a conoscervi ed eventualmente organizzare insieme escursioni o eventi.Uno dei siti internet più utilizzati a tal scopo è Cruise Critic dove suddivise per compagnie di crociera e navi potrete trovare anche la vostra partenza e iniziare già mesi o anni prima a progettare il vostro viaggio.
In conclusione, prima di escludere a priori questo tipo di viaggio dategli una possibilità, magari iniziando con una mini crociera di pochi giorni e potreste ricredervi e non vedere l’ora di solcare nuovamente i mari.


Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

News

NCL Spirit una crociera in balia del maltempo

NCL Spirit una crociera in balia del maltempo

La crociera a bordo di Norwegian Spirit, partita da Southampton lo scorso 27 settembre, si è rivelata, a causa del maltempo, un vero e proprio incubo che attualmente i passeggeri a bordo stanno ancora vivendo.
L’itinerario originale, di ben 14 giorni, prevedeva scali in Olanda, Norvegia e Islanda e invece a causa delle condizioni meteo avverse è stato completamente alterato.
Il primo scalo previsto era Amsterdam, subito sostituito con Le Havre, che poi saltato, e la nave si è diretta verso le acque della Norvegia.
Qui ha fatto scalo a Bergen il 30 settembre, a Flam il primo ottobre e a Gerianger il due ottobre.

NCL Spirit una crociera in balia del maltempo
Atrio di Norwegian Spirit

Le cose parevano essersi appianate con un solo scalo saltato, ma la situazione ha iniziato a degenerare quando il comandante ha comunicato che sarebbero stati eliminati gli scali previsti in Islanda e sostituiti con altri due in Norvegia.
I passeggeri si sono quindi ritrovati a visitare tappe del medesimo stato, abbastanza vicine tra loro, e a vedersi proporre, data la prossimità, escursioni spesso ripetute con la conseguenza di una scelta minore.

Inizialmente era stata prevista come alternativa Greenock in Scozia, ma anche questa tappa non è stata raggiunta sempre a causa del maltempo, e sostituita con un giorno di navigazione.
Il rientro di Spirit è previsto per l’11 ottobre sempre a Southampton.
L’atmosfera di bordo ha assunto toni davvero accesi e polemici dopo questi cambiamenti e numerosi passeggeri si sono riuniti per protestare e hanno firmato petizioni allo scopo di ottenere un congruo risarcimento.
Attualmente la compagnia ha offerto ai passeggeri un buono sconto pari al 25% su una futura crociera, ma questo non è bastato a calmare gli animi dei croceristi che pretendono un rimborso di tutta o almeno parte della crociera in oggetto.

Purtroppo il maltempo è un elemento che sfugge dal controllo umano e la priorità per la compagnia di crociera rimane sempre quella della salvaguardia dei passeggeri.
E’ anche comprensibile che avere disagi simili nel corso di una vacanza rovina la stessa e quindi vanno comprese le ragioni dei clienti.
Sicuramente Norwegian, una delle compagnie di crociera più affermate al mondo, troverà una compensazione adeguata, pur restando il fatto che problemi causati dal maltempo non sono da imputarsi alla compagnia, ma sono fatti che sfuggono al controllo della stessa.

NCL Spirit una crociera in balia del maltempo

Norwegian Spirit è una nave con una stazza lorda di 75.904 tonnellate e con una portata di 2028 passeggeri.
E’ stata costruita nel 1998 con il nome di SuperStar Leo per la flotta Star Cruises e successivamente venduta a Norwegian Cruise Line.
Il prossimo anno verrà sottoposta a un rinnovamento.

Licenza Creative Commons” style=
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale

News

Le crociere e il fenomeno dell’overtourism

Le crociere e il fenomeno dell'overtourism

Il termine inglese Overtourism è ormai normalmente utilizzato nella nostra lingua e può essere tradotto in maniera molto semplicistica come sovraffollamento da turisti.
Il significato è però molto più ampio e sta a indicare un problema correlato all’aumento del flusso turistico, composto non solo dal turismo di massa, che crea problematiche serie alla vita quotidiana degli abitanti dell’aera interessata.
Questo fenomeno può, in alcuni casi, causare un andamento negativo della curva di guadagni e benefici che il turismo stesso apporta e richiedere interventi atti a frenarlo.
L’overtourism è praticamente l’opposto del cosiddetto turismo sostenibile,  e non è un problema sorto solo negli ultimi anni, anche se ultimamente si è allargato e ha avuto una maggiore risonanza sui media.
A coniare questo termine è stato  Rafat Ali, CEO e fondatore di Skift, una società di analisi del settore viaggi, e il modello che ha analizzato per spiegarlo è stata l’Islanda.

Le crociere e il fenomeno dell'overtourism

Questo fenomeno viene spesso collegato al flusso di turisti provenienti dalle navi da crociera che giornalmente sbarcano nei maggiori porti di scalo europei e mondiali.
L’impatto è stato avvertito in maniera netta soprattutto con l’aumentare della stazza e del numero di navi da crociera.
Inoltre il fatto che il mercato delle crociere sia ormai orientato prevalentemente sulla costruzione di mega-navi della portata di oltre 5000 passeggeri, fa sì che si renda necessario l’utilizzo di porti di scalo attrezzati e in grado di accoglierle e comporti un sovraffollamento di navi nello stesso porto.
Questo fenomeno è però spesso amplificato, in quanto analizzando le statistiche medie, il turismo da crociera apporta nella maggioranza di queste località una percentuale esigua del totale dei turisti.

Le crociere e il fenomeno dell'overtourism

Il caso più eclatante è nindubbiamente quello di Venezia, il più dibattuto nel corso degli ultimi anni. La città lagunare si è guadagnata il titolo di capitale mondiale del turismo di massa, con un rapporto di ben 370 turisti all’anno per abitante nel centro storico e inoltre le grandi navi da crociera sono state additate come il maggior problema correlato al costante aumento di inquinamento e rischio ambientale.
Il caso del capoluogo veneto non è però isolato; sparse in tutto il mondo ci sono miriadi di porti di scalo con problemi simili.

Le crociere e il fenomeno dell'overtourism

Barcellona nel 2017 ha vinto il titolo di porto europeo più inquinato, con una presenza di oltre 32 tonnellate di solfuri nelle sue acque, tanto che si sta progettando di ridurre il numero di accessi al porto per quanto concerne le grandi navi.

Le crociere e il fenomeno dell'overtourism
Porto di Barcellona

Il secondo posto di porto europeo più inquinato è andato a Palma di Maiorca dove una petizione, firmata da oltre 11.000 residenti ha chiesto di limitare a una al giorno l’accesso delle navi da crociera.

Santorini, un’isola della superficie di poco più di 76 km quadrati ha una media di 10.000 turisti al giorno nei periodi di alta stagione, la maggior parte dei quali provengono dalle navi da crociera. Questo afflusso comporta un sovrautilizzo delle risorse idriche ed elettriche dell’isola e inoltre nel giro di 5 anni è raddoppiata la quantità di immondizia da smaltire.

Le crociere e il fenomeno dell'overtourism

Dubrovnik, la perla dell’Adriatico, è rapidamente diventata negli ultimi anni una delle maggiori attrazioni turistiche del mediterraneo, tutto questo grazie, oltre alla sua indiscussa bellezza, al grande successo a livello mondiale di una serie televisiva, il Trono di Spade, che è stata ambientata e girata anche tra le sue mura.
Negli anni passati ci sono state giornate con presenza in loco di anche 10 navi.
E’ considerata patrimonio dell’UNESCO ed è stata presa di mira dall’organizzazione con la minaccia di venire eliminata dalla lista in quanto un centro storico di tali dimensioni non dovrebbe accogliere più di 8000 visitatori contemporaneamente.
Per questo motivo e per limitare altri possibili danni e disagi, la città nel prossimo futuro consentirà l’ingresso solo a 2 navi al giorno con un ulteriore limite di 5.000 croceristi.

Le crociere e il fenomeno dell'overtourism

Un problema simile lo sta affrontando anche Kotor, in Montenegro, considerata ancora più a rischio della vicina Dubrovnik, in quanto il Montenegro non fa parte della UE e quindi non applica le leggi di salvaguardia imposte ai suoi membri.

Questo problema non è solo avvertito nei porti europei, ma si allarga a macchia d’olio in tutto il mondo, dai Caraibi all’Australia si avverte sempre di più la necessità di arginare questo fenomeno e di prendere dei provvedimenti atti a contenerlo.

Ma oltre alle limitazioni nel numero degli sbarchi effettivi e al controllo mirato del possibile inquinamento causato dalle navi da crociera, analizziamo come possiamo arginare questo trend negativo.
Noi come soggetti possiamo fare poco, ma se il poco lo moltiplichiamo per un numero davvero elevato di persone, si trasforma in un apporto notevole per la risoluzione del problema.
Innanzi tutto deve cambiare il nostro atteggiamento e aumentare il rispetto per i luoghi, le culture e tutto quello che ci circonda nelle tappe del nostro viaggio via mare.

Le crociere e il fenomeno dell'overtourism

Dobbiamo trasformarci in croceristi consapevoli e responsabili e il nostro impegno deve già iniziare prima della partenza con la ricerca di tutto quanto possiamo fare per trasformare la nostra esperienza in un interscambio culturale che apporti vantaggi a chi ci ospita e ci consenta di trarre il massimo da questa esperienza.
Così facendo, oltre a portarci a casa i soliti souvenir, ritorneremo sicuramente arricchiti da un bagaglio culturale e di esperienze raccolte nei vari scali della nostra crociera.

Licenza Creative Commons” style=
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale

DestinazioniEuropa

Spagna Francia e Italia a bordo di Celebrity Constellation

Spagna, Francia e Italia a bordo di Celebrity Constellation

Quando ritorni da un viaggio cerchi di rivivere i momenti trascorsi e fissare nella tua memoria quelli che diverranno il patrimonio dei tuoi ricordi, da tirare fuori magicamente ogni volta che ti prenderà la nostalgia.
Questo viaggio è iniziato con un soggiorno di 3 notti a Barcellona, una città in continua evoluzione, che anche se conosci già, ti riserva sempre novità.
Tra le linee sinuose dei palazzi e monumenti di Gaudì, il suo genio indiscusso, trovi ogni volta qualcosa di diverso, o semplicemente ti rendi conto che non è solo la città che si è evoluta, ma sono anche i tuoi pensieri e le tue esperienze che si sono rinnovati e ti fanno vedere le cose con occhi diversi.

L’hotel scelto per il soggiorno è stato l’Hesperia Barcelona Ramblas, situato in una posizione davvero strategica, praticamente adiacente al mercato della Boqueria, che ci ha consentito di muoverci il più agevolmente possibile.
Un hotel essenziale, camere grandi e pulite, da premiare soprattutto per la sua posizione, ma con un costo decisamente elevato per il servizio offerto.

CKCLMP

Di quanto visitato in questo soggiorno vi racconterò in seguito, per ora mi concentro su quella che è una piccola recensione della crociera fatta, che spero possa essere utile a chi ha intenzione di effettuare un viaggio con Celebrity Cruises.

La Compagnia di Crociera – Celebrity Cruises

Celebrity Cruises appartiene al gruppo Royal Caribbean e si pone nel segmento premium. Pregio di questa compagnia è un’attenzione al cliente davvero speciale: a bordo non ti senti un numero, ma parte di una grande famiglia e se ritorni più volte sulle sue navi ti sembrerà veramente di tornare a casa.
Ho girato molte compagnie di crociera, ma ammetto che questa sensazione qui la avverto in maniera particolare.
Altro aspetto, non meno importante, è il rapporto spazio/passeggero che è decisamente più elevato di altre compagnie e consente di non fare mai code o di avere problemi a trovare sdraio o posti liberi anche nei giorni di navigazione.

Spagna, Francia e Italia a bordo di Celebrity Constellation

Il motto della compagnia è Modern Luxury e cioè la possibilità di trovare in un ambiente rilassante e moderno un servizio degno di un hotel a cinque stelle con una personalizzazione accurata e un’attenzione a tutto quanto fa tendenza, dal benessere alla ristorazione.

La nave – Celebrity Constellation

Constellation, per gli amici Connie, fa parte della classe Millennium ed è una delle navi più datate della flotta.
Tra pochi mesi verrà sottoposta a un intenso restyling che permetterà di cambiare diverse delle sue caratteristiche e di adeguarla agli standard delle sorelle.
Per me è stata la prima nave Celebrity su cui sono salita e quindi ha un posto davvero speciale nel mio cuore.
I segni del tempo si vedono, inutile negarlo, ma la nave è davvero ben tenuta e sono certa che uscirà brillante dal drydock, anche se in cuor mio spero mantenga sempre il suo fascino di nave old style che la contraddistingue.

Spagna, Francia e Italia a bordo di Celebrity Constellation

Ponti Esterni

Al ponte 10 si trovano 2 piscine esterne con idromassaggi laterali.
In questa area si svolgono tutte le attività ricreative giornaliere di bordo outdoor, giochi, tornei, balli di gruppo, lezioni di ginnastica e spettacoli di musica dal vivo.

Spagna, Francia e Italia a bordo di Celebrity Constellation

Allo stesso livello troviamo la piscina interna con la zona SPA libera a tutti.
Si tratta di una piscina di talassoterapia dove crogiolarsi tra le bolle a una temperatura che sfiora i 32 gradi. E’ dedicata agli adulti e vietata fino ai 16 anni. Questo consente di avere una zona rilassante, dove riposare, leggere o semplicemente guardare il mare comodamente sdraiati su uno dei comodissimi lettini.
Adiacente a quest’area c’è la SPA vera e propria, dove sempre gratuitamente, si può accedere allo spogliatoio e alla sauna, mentre tutte le altre aree interne sono accessibili a chi è ospite delle cabine Aquaclass o a pagamento.

Per chi non ama l’animazione e vuole prendere il sole, o semplicemente godersi la tranquillità all’aperto, ci sono molte zone, solitamente poco affollate, dove si trovano sia sdraio che divani e poltrone, site al ponte 11 e nelle due aree che sovrastano la poppa e la prua.
Vi è inoltre un’area dedicata al cinema all’aperto dove ad orari prestabiliti vengono proiettati film o eventi sportivi.

Come ogni nave che si rispetti ha un ponte passeggiata a livello 4, dove stare tranquillamente seduti a sorseggiare un aperitivo ammirando un tramonto in una zona coperta e riparata.

Spagna, Francia e Italia a bordo di Celebrity Constellation

Ristorazione

Il ristorante principale, il San Marco, si snoda su due piani e prevede per la cena due turni fissi alle 18 e alle 20.30 e un turno flessibile, il select che consente di accedere in qualunque orario compreso tra le 17.30 e le 21.30.
E’ possibile scegliere il turno della cena in fase di prenotazione della crociera.
Il San Marco è inoltre aperto per la prima colazione e nei giorni di navigazione è anche possibile pranzare.

Spagna, Francia e Italia a bordo di Celebrity Constellation

Per gli ospiti delle suite è presente un ristorante dedicato, il Luminae, aperto per colazione e cena, mentre i croceristi aquaclass possono accedere al ristorante Blu; entrambi sono a turno libero.

L’Ocean View buffet è situato al ponte 10 e offre alternative differenti a seconda dell’orario della giornata a partire dalla prima colazione, pranzo, buffet pomeridiano e cena servita fino alle 21.30.
Inoltre sono disponibili 24 ore su 24 bevande calde, acqua, succhi di frutta e tè freddo a qualunque ora della giornata.
Nel buffet è anche presente una gelateria aperta tutto il giorno e inclusa nella quota crociera.

 Al Poolside Grill, al ponte 10, adiacente alla zona piscina, sono serviti hamburger e hot dog, mentre nella zona della SPA è presente un buffet per colazione e pranzo con alternative più light.

Sono presenti a bordo ristoranti tematici ai quali si accede pagando una quota fissa, come il Qsine che offre piatti di cucina fusion o il Tuscan dedicato alla cucina italiana.
Al ponte 5 si trova il Sushi on Five, ristorante alla carta con piatti della moderna cucina giapponese.

Ovunque scegliate di mangiare, sappiate che il cibo è improntato a uno stile internazionale con un elevato livello delle materie prime, soprattutto per quanto riguarda le carni.
E’ possibile mangiare anche pasta e pizza, ma non aspettatevi che corrispondano agli standard italiani, ne resterete delusi.
La scelta è veramente varia, soprattutto per quanto concerne il buffet e ogni giorno c’è un angolo dedicato ai piatti del paese in cui la nave fa scalo.

Lounge, Bar e Teatro

Numerosi i bar e i punti di ritrovo, spicca tra tutti la lounge situata al ponte 11, Reflections, bellissima con la sua vetrata panoramica, che alla sera ospita gli spettacoli di tarda serata e la discoteca.

Spagna, Francia e Italia a bordo di Celebrity Constellation

Il Caffè al Bacio offre un’ampia scelta di caffè, dolci e gelati, a pagamento e diventa un simpatico luogo di incontro dove ascoltare musica nelle ore serali.

Spagna, Francia e Italia a bordo di Celebrity Constellation

Il Martini Bar è uno degli altri punti strategici della nave, dove incontrarsi a bere un cocktail ed ammirare le acrobazie dei barman.

Spagna, Francia e Italia a bordo di Celebrity Constellation

Il teatro presenta ogni sera uno spettacolo che viene replicato in due orari differenti: 19.30 e 21.30. Gli spettacoli, anche se tutti in lingua inglese, sono facilmente fruibili a tutti in quanto sono per lo più musical, balletti, spettacoli di acrobazie ed esibizioni di cantanti e gruppi musicali.
Molto gradevole l’orchestra dal vivo che accompagna quasi tutti gli show e li arricchisce con il suo contributo.

Spagna, Francia e Italia a bordo di Celebrity Constellation

Consiglio questa nave a chi preferisce una crociera rilassante, con un ambiente internazionale, ma che allo stesso tempo offre molte opportunità di svago. La sconsiglio invece a chi ama le attrazioni delle nuove mega-navi o a chi non vuole rinunciare assolutamente alla pasta Italian style pur sapendo di avere a disposizione alternative molto valide.
Per quanto concerne la lingua parlata a bordo è essenzialmente l’inglese, quindi è, secondo me, necessario averne una conoscenza almeno basica, anche se in reception è disponibile per ogni evenienza personale che parla italiano.
Per i più piccoli è presente a bordo un’animazione a loro dedicata e sono ben accolti ad ogni età: mi ha stupito trovare nei bagni un’area cambio pannolini attrezzata e gratuita.

Spagna, Francia e Italia a bordo di Celebrity Constellation

In conclusione sono rimasta piacevolmente sorpresa dalla nave, seppure la conoscessi già, ho visto un miglioramento generale nel livello dei servizi offerti e uno staff sempre presente e disponibile per ogni richiesta: insomma una crociera dove si viene supercoccolati e non ci si sente un numero, ma un ospite di riguardo.

Spagna, Francia e Italia a bordo di Celebrity Constellation

Itinerario

Questa è stata una crociera della durata di 10 giorni, dei quali due di navigazione. La nave è partita da Barcellona alla volta di Cadice, facendo in seguito scalo a Gibilterra, Séte e Villefranche in Francia, Livorno, Ajaccio, per terminare a Civitavecchia.
Gli scali sono stati tutti di lunga durata e questo ha consentito di poter effettuare escursioni anche distanti, come quella a Siviglia, da Cadice. Noi abbiamo scelto di fare tutto in autonomia, le escursioni offerte a bordo, sono in ogni caso, in maggior parte in lingua inglese.

Questa è stata la mia diciottesima crociera a bordo di Celebrity Cruises, sono arrivata a oltre 200 giorni con questa compagnia e resta la mia preferita in quanto è quella che più si adatta alle mie esigenze e mi garantisce un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Spagna, Francia e Italia a bordo di Celebrity Constellation

Per tutti quelli che mi hanno chiesto se vale la pena provarla e se non è troppo cara rispetto alle solite mass market, rispondo che spesso si trovano offerte molto vantaggiose e se siete viaggiatori abituati a girare il mondo e amate un ambiente internazionale, questa è la compagnia che fa per voi e una volta saliti a bordo diventerà la vostra seconda casa in giro per i mari del mondo.


Licenza Creative Commons” style=
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale

Curiosità

10 curiosità sul mondo delle crociere

10 curiosità sul mondo delle crociere

Il mercato delle crociere è aumentato in maniera esponenziale, soprattutto nell’ultimo decennio, e le stime di crescita sono davvero impressionanti. Sembra che questo tipo di viaggio soddisfi le esigenze di tutti, giovani, adulti, anziani e bambini, offrendo un prodotto molto vario che si adatta in maniera davvero elastica al consumatore.
I viaggi in crociera sono retaggio di un passato dove un simile mezzo di trasporto era dapprima visto come fine a se stesso e in seguito come prodotto di nicchia per pochi eletti, fino ad arrivare ai giorni nostri e trasformarsi in un fenomeno di massa.

10 curiosità sul mondo delle crociere
10 curiosità sul mondo delle crociere

Le navi, le compagnie di navigazione, i viaggi via mare, sono microcosmi interessanti e variegati che raccontano aneddoti e celano fatti affascinanti che vengono svelati solo agli occhi più esperti e ai navigatori più curiosi.
Vediamone insieme alcuni, che sono sicura interesseranno chi ama questo genere di viaggio.

#1 Chi è più attratto dai viaggi in crociera

La crociera è sempre stata vista come un tipo di viaggio molto romantico, lo stereotipo di Love Boat, la famosa serie televisiva ambientata sulle navi della flotta Princess Cruises, e questo porterebbe a pensare che sia più vicina all’animo femminile, notoriamente più sentimentale.
Uno studio effettuato da CLIA (la più grande associazione delle compagnie di crociera), pochi anni fa, ha invece evidenziato che sono gli uomini in maggioranza a voler scegliere questo tipo di vacanza.
Su un campione di quasi mille intervistati, alla domanda “Con che probabilità andrai in crociera nei prossimi due anni?” Il 41% degli uomini ha risposto “molto probabile” contro il 26% delle donne.
In conclusione dell’analisi il 74% degli uomini intervistati ha mostrato interesse per la crociera, rispetto al 54% delle donne.

MSC Meraviglia

#2 Chi fu la prima madrina a rompere la bottiglia di champagne

Il mondo marinaro è sempre stato superstizioso e fin dagli albori si sono compiuti riti diversi nel momento in cui un’imbarcazione di qualunque tipo partiva per il suo primo viaggio.
Fu la Regina Vittoria nel 1891 a iniziare la tradizione della bottiglia di champagne rotta al momento del varo.
La sovrana fu infatti la madrina della HMS Royal Arthur e da quel momento tutti i vari avvengono tenendo fede a questa tradizione.

10 curiosità sul mondo delle crociere
Queen Victoria di Cunard

Sembrerebbe facilissimo rompere una bottiglia contro la chiglia, ma invece, a causa della pressione interna, non lo è, e per questo spesso si ricorre a piccoli trucchi come l’inserimento di micro cariche esplosive all’interno.
Se la bottiglia non si rompe è segno di cattivo auspicio.
Nel 2007, la Duchessa di Cornovaglia, Camilla, durante il battesimo di Queen Victoria, la nave di Cunard di cui era madrina, non riuscì nell’impresa.
Durante il viaggio inaugurale della nave scoppiò a bordo un’epidemia di norovirus che venne ribattezzata come “la maledizione di Camilla”.

#3 Esistono delle sigle in codice anche per i passeggeri

Ci sono eventi a bordo che si ripetono e sono rivolti a specifici gruppi di passeggeri con interessi simili.
Alcuni di questi manifestano chiaramente le proprie intenzioni e sono facilmente intuibili, mentre altri hanno una specie di codice che non tutti conoscono.
Per esempio se leggete che a bordo è stato organizzato un meeting “Friends of Dorothy”, significa che è un invito per i membri della comunità LGBTQ (ovverosia la comunità gay) per un incontro volto a socializzare.
I “Friends of Bill”, sono invece i membri dell’associazione Alcolisti Anonimi che si ritrovano per supportarsi anche a bordo.

10 curiosità sul mondo delle crociere

#4 Sempre più anziani scelgono la nave come residenza

Questo succede soprattutto negli Stati Uniti, dove i costi per un soggiorno presso un’azienda specializzata sono alquanto elevati e superano i 4000 euro al mese.
Un crocerista oculato, che sappia trovare buone offerte, può spostarsi da una nave all’altra spendendo in media 70 euro al giorno e questo attira gli anziani che sono ancora autonomi e non hanno necessità di particolare assistenza medica.
Ci sono inoltre veri e propri alloggi sulle navi da crociera, che possono essere acquistati. E’ il caso di The World, una specie di condominio galleggiante, qui però i costi degli appartamenti sono alquanto elevati e vanno da 1 milione a 13 milioni di euro, cifra alla quale si aggiunge ogni anno una quota di costi di gestione.

10 curiosità sul mondo delle crociere

#5 I matrimoni in mare

Tutte le compagnie di crociera offrono pacchetti per celebrare le nozze in nave, ma solamente i comandanti di alcune compagnie possono officiare matrimoni che siano legali a tutti gli effetti. Queste compagnie sono Princess, Cunard, Celebrity e Azamara.
Sposarsi in mare non è eccessivamente caro, le cerimonie legalmente valide partono da circa 1.500 euro ed è possibile, tramite streaming, collegarsi a terra in modo che tutti i parenti e amici possano partecipare almeno virtualmente.
Oltre ai matrimoni le compagnie offrono cerimonie cumulative per rinnovi di voti, spesso senza alcuna spesa aggiuntiva.

10 curiosità sul mondo delle crociere

#6 Regole per i crimini commessi in mare

Durante una crociera, se un passeggero commette un crimine, questo è punibile in base alle leggi delle rispettive città portuali in cui la nave si trova e nel caso sia commesso in alto mare vige la legge del diritto marittimo.
Qualora la nave sia in navigazione, l’eventuale criminale è segregato in cabina se ritenuto non pericoloso, ma nei casi più gravi esiste a bordo una vera e propria cella dove venire rinchiusi, come in prigione, fino all’arrivo in porto.

10 curiosità sul mondo delle crociere

#7 Anche Scientology ha la propria nave da crociera

La Freewinds, in servizio dal 1988, che appartiene a Scientology,  effettua crociere ai Caraibi e, secondo quando riportato dagli adepti,  garantisce un ambiente sereno e libero da distrazioni, dove poter studiare e sperimentare i livelli più alti di consulenza spirituale.
A maggio di quest’anno, durante uno scalo nell’isola di San Lucia, la nave è stata posta in quarantena per un’epidemia di morbillo scoppiata a bordo.

10 curiosità sul mondo delle crociere
La nave di Scientology

#8 L’ancora di bordo viene usata il meno possibile

Tutte le navi hanno l’ancora e, salvo casi particolari, si cerca di utilizzarla il meno possibile.
Le navi possono rimanere in posizione anche senza ancora e non gettandola si evita di distruggere e danneggiare il fragile ecosistema marino.
L’ancora di una nave da crociera è veramente enorme e il suo peso è notevole, può raggiungere quello di 4 elefanti africani.

10 curiosità sul mondo delle crociere

#9 Le piscine delle navi sono riempite di acqua di mare

Questo sembrerebbe un fatto ovvio, se non fosse che è una delle domande più fatte a bordo o sui portali in rete.
L’acqua di mare, che viene pompata a bordo, viene utilizzata per riempire le piscine e prima viene filtrata per rimuovere eventuale sabbia o altri detriti.
Alcune compagnie utilizzano inoltre un processo di desalinizzazione, per dare la sensazione di una piscina di acqua dolce.

10 curiosità sul mondo delle crociere
Celebrity Edge

#10 Il colore o il disegno della moquette può servire per orientarsi

Alcune compagnie di navigazione hanno nei corridoi moquette di colore o fantasia diversa a seconda che si tratti del lato sinistro, babordo, o del lato destro, tribordo, della nave.

10 curiosità sul mondo delle crociere

Questo può essere utile per orientarsi, soprattutto nei primi giorni di crociera quando si deve ritrovare la propria cabina.

Licenza Creative Commons” style=
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale