Cinzia Marchisio

Cinzia Marchisio

Appassionata di viaggi da sempre, sostiene che viaggiare fa parte del proprio corredo genetico ed è un difetto che non puoi fare a meno di assecondare. Ha girato tutti i continenti in ogni modo possibile e negli ultimi anni predilige i viaggi in crociera, abbinati a soggiorni e tour. Ha all’attivo oltre 600 giorni di crociera e incalcolabili (solo perché non le ha mai contate) ore di volo. Tra le altre passioni, la lettura, le serie televisive USA e British, la storia, specie quella egizia e medioevale e il cibo come stile di vita, perchè il viaggio per essere completo va assaporato con tutti i sensi e bisogna assimilare gli usi e costumi locali per poterli comprendere.

News

Costa Crociere nuovi itinerari e variazioni importanti

Costa Crociere nuovi itinerari e variazioni importanti

Sono molte le novità annunciate in casa Costa Crociere e poste all’attenzione del pubblico dal suo Direttore Generale Neil Palomba che ha dichiarato:

“La strategia di Costa Crociere per i prossimi anni si basa su uno sviluppo che sia sostenibile e che sappia recepire i trend crescenti di domanda da parte degli ospiti.  Le novità che abbiamo annunciato vanno in questa direzione e mirano a soddisfare al meglio le richieste degli ospiti. Per questo motivo, stiamo lavorando a un potenziamento ulteriore del nostro impegno nel Mediterraneo, che diventerà sempre di più la nostra casa, con un’offerta di itinerari per tutte le esigenze, sia in termini di lunghezza che di destinazioni coperte”

Le interessanti novità riguardano le seguenti navi della flotta:

Costa Firenze

La gemella di Costa Venezia, dedicata esclusivamente al mercato asiatico e attualmente in costruzione a Marghera presso Fincantieri, dopo l’inaugurazione del 30 settembre 2020, farà subito rotta per l’oriente saltando quindi le previste crociere della mini stagione europea che era prevista per il mese di ottobre.     Questa scelta è dovuta alla pressante richiesta della clientela asiatica che ha in precedenza accolto con molto favore Costa Venezia.
Le due navi sono le prime progettate espressamente per il mercato cinese, dove Costa Crociere è entrata nel 2006 con navi già esistenti nella flotta e ha rafforzato negli anni la sua presenza e successo.

Costa Crociere nuovi itinerari e variazioni importanti
Costa Crociere nuovi itinerari e variazioni importanti

 

Costa Fortuna

Durante la stagione autunno inverno 2020/21 sono stati inseriti due nuovi itinerari di 14 giorni che toccheranno Turchia e Israele; finalmente anche Costa Crociere, seguendo l’esempio di altre compagnie, torna a far scalo in questi stupendi luoghi.

La prima con partenze da Savona il 6 dicembre 2020 e 7 febbraio 2021, farà scalo a Marsiglia, Barcellona, Iràklion, Izmir, Istanbul con overnight, Atene, Palermo e Napoli.
La seconda con partenze da Savona il 10 gennaio e il 7 marzo 2021 faranno scalo a Marsiglia, Barcellona, Iràklion, Haifa con overnight, Kusadasi, Palermo e Napoli.

Per il resto della stagione sono previsti su Fortuna itinerari di una settimana alla volta del mediterraneo occidentale, con scalo tra gli altri a Valencia.

Costa Crociere nuovi itinerari e variazioni importanti
Costa Fortuna

Costa Mediterranea

Sostituirà Costa Fortuna nell’inverno 2020/21 percorrendo gli stessi itinerari con homeport Singapore alla volta di Cambogia, Malesia e Thailandia.
Gli ospiti che avevano già prenotato le crociere a bordo di Fortuna, saranno riprotetti su Mediterranea.

Costa Victoria e Costa Luminosa

 Per queste due navi sono previsti cambiamenti di programma:

Costa Victoria proseguirà normalmente con le crociere programmate fino al 9 settembre 2020, mentre Costa Luminosa vedrà variata la programmazione caraibica dell’inverno 2020/21.

Gli ospiti che hanno effettuato prenotazioni per India e Maldive con Costa Victoria, nell’Oceano Indiano con Costa Mediterranea, ai Caraibi con Costa Luminosa e per la stagione europea e il posizionamento di Costa Firenze, avranno la possibilità di cambiare crociera scegliendo un’alternativa e beneficeranno di uno sconto del 10%.

Sarà inviata notizia dettagliata dei cambiamenti a tutti i clienti interessati tramite l’agenzia di viaggi attraverso la quale è stata effettuata la prenotazione.

Licenza Creative Commons” style=
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale

Consigli e Guide di Viaggio

Gli errori da evitare quando si prenota una crociera

Gli errori da evitare quando si prenota una crociera

Quando scegliamo un viaggio in crociera ci sono molte variabili da tenere presenti e spesso, specie se non siamo degli esperti di questo genere di viaggio, la scelta da fare sembra davvero ardua, dato che l’offerta è molto varia.

La rete è piena di gruppi Facebook, forum o simili che ospitano animate discussioni su quale sia la crociera da prediligere: c’è chi sostiene che una compagnia è il top e non vanno valutate altre opzioni, il tutto con toni da tifoseria da stadio.

C’è chi non andrebbe mai con una certa compagnia, anche se magari non l’ha mai provata. E infine ci sono pareri e recensioni discordanti su una medesima nave in periodi di tempo ravvicinati.

Il problema principale è che ognuno di noi ha esigenze diverse e non sempre quello che va bene per uno può adattarsi al nostro caso e quindi nel momento della prenotazione della tanto agognata vacanza in crociera è bene attenersi ad alcune regole basilari per evitare che questa sia una delusione.

Gli errori da evitare quando si prenota una crociera
Gli errori da evitare quando si prenota una crociera

Individuate il genere di crociera che fa al vostro caso

Non tutte le compagnie di crociera sono uguali come caratteristiche e, nella stessa compagnia, non tutte le classi di nave si equivalgono.
Cercate quindi informazioni dettagliate prima di scegliere la nave a parità di itinerario. Se siete persone tranquille, che amano uno stile di viaggio rilassato, allora evitate le mega-navi o le compagnie di crociera che fanno del divertimento, inteso come attrazioni e animazione, il loro cavallo di battaglia.

Royal Princess
Royal Princess

Prenotare una mega nave, se non vi interessano scivoli, parchi acquatici, pareti da arrampicata e altre attrazioni simili, significa pagare anche per cose che voi non utilizzerete e quindi rivolgetevi a navi di dimensioni più contenute all’interno della stessa compagnia o cercate una compagnia alternativa.

Se invece amate l’animazione e lo stile vacanza tipo villaggio turistico, orientatevi su compagnie in grado di offrire una simile soluzione o potreste rischiare di trovarvi su una nave dove il massimo dell’animazione è ascoltare musica dal vivo, assistere a spettacoli o seguire conferenze in teatro.

Non aspettate l’ultimo minuto per prenotare

Prenotare a pochi giorni dalla partenza può essere una soluzione vantaggiosa solo in pochi casi e soprattutto se non avete esigenze particolari, né di tempistica delle ferie e né tantomeno di itinerario o tipologia di cabina.
Inoltre se la vostra crociera comprende spostamenti in treno o in aereo, spesso l’acquistare il volo o il biglietto del treno all’ultimo momento può risultare molto più costoso che non farlo mesi prima.

MSC Meraviglia
MSC Meraviglia

Non tutte le compagnie di crociera fanno offerte vantaggiose last minute, anzi per alcune l’acquisto mesi o anche anni prima vi consente di usufruire di alcuni vantaggi, come dei bonus extra o una politica di cancellazione molto più elastica.

Se volete una cabina di categoria particolare, oppure posizionata in una determinata zona della nave, vi conviene procedere alla prenotazione con molto anticipo.

Se vi serve una cabina per più di due persone, avendo anche figli al seguito, ricordate che esiste un numero limitato di tali cabine, per tutte le compagnie e ugualmente se avete necessità di una cabina per diversamente abili.

Molte compagnie di crociera richiedono un deposito minimo per effettuare una prenotazione e in alcuni casi è anche previsto un adeguamento al prezzo se questo diminuisce successivamente.

Altro caso in cui conviene prenotare con notevole anticipo è quello delle crociere luxury, che solitamente dispongono di un numero più limitato di cabine e quindi rischiate che il prezzo invece di scendere, salga.

Princes Cruises

Fate attenzione alle vostre esigenze nella scelta della cabina

Non prenotate una interna se vi piace trascorrere molto tempo in cabina o se soffrite anche solo un minimo di claustrofobia.

La interna è un’ottima soluzione nel caso, oltre a voler risparmiare, siate tipi che stanno pochissimo in cabina, giusto il tempo di farvi una doccia e dormire.

Se avete problemi di mal di mare è sicuramente meglio una cabina posta esattamente al centro nave o nelle immediate vicinanze. Questo punto corrisponde infatti al baricentro e garantisce una stabilità maggiore rispetto ad altre zone. Inoltre se avete questo problema, non scegliete una cabina a prua e soprattutto sui ponti più alti.

Se la posizione della cabina non vi interessa molto, potete prenotare, in alcuni casi, una cabina garantita e cioè scegliere il tipo di cabina che vi aggrada maggiormente come genere, interna, esterna o balcone, ma delegare alla compagnia di crociera la scelta della posizione.

Questa soluzione, oltre a permettere un certo risparmio, è anche il modo più probabile per ottenere un upgrade di cabina.

Tenete però presente che tale upgrade non è automatico e con questa formula potreste essere spostati di cabina nel corso della crociera, anche se avviene molto raramente.

Scegliete accuratamente con chi prenotare la crociera

La scelta dell’agenzia presso cui prenotare la propria vacanza è essenziale, non solo per il prezzo, ma anche per l’assistenza che possono fornirvi in caso di bisogno anche una volta a bordo.

Tanti si affidano direttamente alla compagnia di crociera, tramite il sito o telefonicamente. Questa non è praticamente mai la soluzione più economica, anche se può essere la più sicura.

E’ meglio cercare un’agenzia che sia affidabile e che vi applichi uno sconto sulla quota di crociera.

Anche in questo caso guardate lo sconto, ma badate di più alla serietà dell’agenzia stessa; è meglio affidarsi a qualcuno di conosciuto, che ha una vasta rete di vendita, che non rivolgersi a chi fa uno sconto maggiore, ma non ha referenze valide.

Non è detto che prenotare in un’agenzia fisica, recandovi direttamente in loco, dia più più garanzie; è una mera illusione psicologica, falliscono purtroppo anche le agenzie sotto casa.

Di norma le migliori sono le grandi agenzie che hanno una rete di vendita via web e in abbinata una o più sedi fisiche.

Stipulate un’assicurazione di viaggio

Non fate l’errore di prenotare senza stipulare un’assicurazione che comprenda sia l’annullamento che la copertura di eventuali spese sanitarie.

Tutte le agenzie ve ne offrono di standard e quasi tutti quelli che le stipulano lo fanno senza leggere le condizioni principali, cosa che invece sarebbe bene fare.

Prediligete un’assicurazione che vi copra anche quando, scendendo a terra, non siate in escursione con un tour organizzato dalla nave.

Harmony of the Seas

Per alcuni paesi, come gli USA, che hanno costi di ricovero e assistenza sanitaria molto elevati, considerate l’idea di un’assicurazione aggiuntiva che aumenti il massimale di rimborso e soprattutto vi anticipi le spese in caso di necessità.

Pianificate bene le vostre escursioni a terra prima della partenza

Decidete in anticipo cosa fare, se utilizzare i tour della nave o muovervi per conto vostro e cercate informazioni, sul porto di scalo, su come effettuare i vari spostamenti, sugli orari di apertura dei luoghi che volete visitare, sui tempi necessari a raggiungere una determinata località.

Così facendo avrete due vantaggi essenziali, non perderete tempo all’arrivo nel porto e soprattutto inizierete a vivere già in anticipo la vostra crociera, perché è risaputo che si inizia a viaggiare nel momento in cui parte la programmazione.


Photo credits: Cinzia Marchisio, all rights reserved

Licenza Creative Commons” style=
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale

Consigli e Guide di ViaggioEuropa

Atene: come muoversi e cosa visitare

DSCF0634 (1)

Atene è una di quelle mete che vanno viste almeno una volta nella vita. Credo che qualsiasi posto al mondo meriti di essere visto, però, se dobbiamo fare una graduatoria, bisogna ammettere che la capitale della Grecia si posiziona ai primi posti. La motivazione di ciò va ricercata non tanto nella presenza di monumenti, ma soprattutto per la valenza intellettuale e formativa che questa città ha rivestito.
Tutto è cominciato qui: arte, filosofia, storia, politica e democrazia.

Ecco perché oggi andremo a visitare Atene!

Come arrivare ad Atene.

I mezzi per raggiungere la città sono molti:

  • in aereo
  • via terra
  • via mare

Aereo

Aeroporto.E’ il mezzo più veloce ed economico. Da tutti gli aeroporti italiani si trovano voli A/R intorno ai 200 euro o anche meno se trovate offerte.
Dopo poco più di due ore di volo (2h 25m da Milano) si arriva all’Aeroporto Internazionale Eleftherios Venizelos che dispone di due terminal collegati via terra e si trova a 20 chilometri ad est della città.

Per raggiungere il centro di Atene, Piazza Sintagma, si possono utilizzare diversi mezzi. Prendere un taxi è sicuramente la scelta più semplice e veloce. I taxi sono sempre disponibili, sono situati subito dopo l’uscita e il viaggio dura solo 25 minuti. Il costo della corsa è 38€ di giorno e 54€ di notte.

Una scelta più economica è l’utilizzo della metropolitana. Il costo del biglietto è di 8€ e consente di viaggiare, per 90 minuti, su tutte le linee o con altri mezzi di trasporto pubblici. Sono disponibili delle tariffe speciali per due persone (14€), 3 persone (20€) e per persone dai 65 anni in poi, per i minorenni o per studenti universitari con un’età inferiore a 25 anni (4€).

Il primo treno parte dall’aeroporto alle 6:35 e l’ultimo alle 23:35. Il tempo stimato del tragitto per raggiungere Piazza Sintagma è di 40 minuti.

Via terra

Stazione di Atene
Stazione ferroviaria.

Raggiungere Atena via terra non è molto agevole. Data la conformazione della Grecia, i collegamenti ferroviari e stradali con il resto dell’Europa sono molto scomodi. L’unica alternativa è traversare il Mar Ionio e poi proseguire con l’auto o con il treno verso Atene.

Dall’Italia ci si può imbarcare da Venezia, Ancona, Bari o Brindisi per il raggiungere il porto di Patrasso.

Qui potete trovare alcuni esempi.

 

Via Mare.

Porto del Pireo.
Porto del Pireo.

L’accesso via mare, dopo l’aereo, è sicuramente il più utilizzato sia con i traghetti citati al punto precedente ma, soprattutto, con le navi da crociera che ogni giorno trasportano migliaia di turisti.

Il Pireo, porto utilizzato dalle compagnie di crociera, è formato da tre baie naturali: Zea, Mikrolimano e Kantharos. Quest’ultima, situata a Nordest, accoglie il porto principale da cui partono e arrivano le grandi navi.

 

 

Cosa vedere ad Atene?

I posti da vedere in Atene e nei dintorni sono veramente molti.  Sicuramente non c’è che l’imbarazzo della scelta!

Naturalmente le alternative sono vincolate dal tempo a disposizione. L’ideale è poter trascorre almeno quattro o cinque giorni, o meglio una settimana, in città.
Poiché spesso non si ha così tanto tempo a disposizione, prenderemo in esame solo le mete principali. Considerato che Atene è scalo di tutte le crociere del Mediterraneo Orientale, anche di quelle di soli 7 giorni, vedremo cosa visitare in un giorno.

Navi da crociera.

Le possibilità sono molte. Ovviamente la più comoda, anche se non tanto economica, è di affidarsi alla compagnia di Crociera che organizza escursioni di tutti i tipi. Questa scelta presenta pregi e difetti: il vantaggio principale è la garanzia che la nave aspetti il rientro anche in caso di ritardi dovuti a ingorghi, incidenti o problemi vari. Gli svantaggi sono il costo e il fatto che, normalmente, i gruppi sono piuttosto numerosi con tutti gli inconvenienti del caso.

Un altro modo è utilizzare i mezzi pubblici e visitare i principali monumenti. In questo caso è necessario documentarsi bene, per riuscire a capire cosa state visitando e la storia c’è dietro una determinata location.

Una via di mezzo è cercare un Tour Operator locale affidabile che garantisca il rientro in nave per la partenza in orario ricordando che in questo caso la nave non aspetta!
Noi consigliamo Antoni Ruka di Athens Touring un’azienda a conduzione familiare che da anni è specializzata nelle escursioni per croceristi e di cui abbiamo sempre sentito parlare bene.

Un’altra possibilità è l’utilizzo dei bus Turistici coma ad esempio City Sightseeing.

Mappa Sightseeing
Mappa Sightseeing

Questo servizio offre la possibilità di vedere tutti i siti principali della città. L’autobus, tradizionalmente noto con il suo nome inglese di “Hop-On Hop-Off”, consente di salire e scendere, tutte le volte che si vuole a qualsiasi fermata, con il biglietto illimitato. Dispone di due linee, Rossa e Verde.

Quando si decide di utilizzare questo mezzo e si ha il tempo contato è necessario programmare con molta attenzione quali posti visitare e quanto fermarsi. E’ quindi importante sapere con quale frequenza passano i bus. In questo caso la linea verde ha un percorso di 80 minuti con frequenza ogni 30′. La linea Rossa impiega 90′ a percorre tutto il giro con frequenza di 15 minuti.

Teniamo anche presente che nelle giornate di scalo delle navi da crociera scendono in media 3000 persone da ogni nave e quindi il rischio di non trovare posto sul bus alla fermata prescelta è piuttosto alto. Se siete in crociera e volete avere una visione generale della città vi consigliamo di salire alla fermata del Pireo  (linea Verde) e fare tutto il percorso fino all’incrocio con la linea Rossa. Il tragitto di questa linea tocca tutti i monumenti principali. Tornati al punto di partenza riprendete la Verde per tornare al porto. Non potrete visitare nessun monumento ma, soprattutto se avete poco tempo a disposizione, vi farete un’idea generale di Atene e non rischierete di perdere la nave. Sicuramente vi verrà voglia di ritornare!

Siti da vedere.

Qualche breve cenno su cosa vedere, pur sapendo che questo elenco è riduttivo. Per ogni sito daremo solo le indicazioni principali rimandandovi a una buona guida turista per gli approfondimenti.

ACROPOLI

E’ sicuramente il sito più famoso di Atene e di tutta la Grecia. Patrimonio dell’Unesco dal 1987.

Si tratta della “città alta”, a 156 metri sul livello del mare, che domina tutta Atene. L’Acropoli di Atene accoglie alcuni dei monumenti più conosciuti dell’epoca classica della Grecia: il Partenone, l’Eretteo, il Tempio di Atenea Nike e i Propilei sono alcune delle costruzioni più importanti e affascinanti.

Il Partenone, simbolo di Atene, venne costruito tra il 447 e il 432 a.c. ed è il principale edificio del complesso architettonico.

Orario: tutti i giorni dalle 8,00 alle 17,00

Biglietto combinato per adulti: 30€.
Biglietto combinato per studenti: 15€.
Include: Acropoli, Agora antica, Agora romana, Teatro di Dioniso, Kerameikos, Tempio di Zeus Olimpico e Biblioteca di Adriano.

All’ingresso si trovano guide in varie lingue (prezzo circa 50€).

Metro: Monastiraki, linee 1 e 3; Akropoli, linea 2.

AGORA’

Tempio di Efesto nell'Agorà
Tempio di Efesto nell’Agorà

Ai piedi dell’Acropoli si trova l’Agorà, una vasta area che è da sempre il cuore politico, amministrativo e della vita sociale di Atene. In questo luogo sono state prese tutte le decisioni più importanti per la vita degli ateniesi e di tutta la popolazione greca.

Nell’Agorà c’era tutto e si possono identificare, dai resti che abbiamo ancora oggi: il Boulenterion (la camera del Consiglio), la Zecca che coniava monete in argento, il Tempio Monoptero, l’Arsenale, il Tempio di Ares, la Tholos dove si riunivano i senatori, l’Altare di Zeus, il Tempio Ellenistico, la Stoà di Zeus, la Stoà di Attalo oggi museo dell’Agorà, la famosa via delle Panatenee, la Biblioteca di Pantainos, il Tempio di Efesto, uno dei templi dorici meglio conservati al mondo e molto altro da scoprire.

Orario: tutti i giorni, dalle 8:00 alle 15:00.

Prezzo:

  • Biglietto per adulti: 8€.
  • Biglietto per studenti: 4€.
  • Biglietto combinato per adulti: 30€.
  • Biglietto combinato per studenti: 15€.
    Il biglietto combinato include: Acropoli, Agorà, Agorà romana, Teatro di Dioniso, Ceramico, Tempio di Zeus Olimpico e Biblioteca di Adriano.

TEMPIO DI ZEUS OLIMPICO

A circa 500 metri a sud-est dell’acropoli potete trovare il Tempio di Zeus Olimpico, una costruzione impressionante, in marmo del monte Pentelico, che aveva 104 colonne corinzie di 15 metri d’altezza, di cui se ne conservano soltanto 15.
Nel Medioevo si produsse un terremoto che distrusse il maestoso tempio; i resti che si conservano evocano la sua colossale dimensione originale e l’importanza che un tempo ebbe l’edificio.

Situate su una grande distesa d’erba, le quindici maestose colonne corinzie, che s’innalzano verso il cielo, sono alcuni dei più importanti resti dell’epoca classica, che attualmente si conservano.

Orario: tutti i giorni, dalle 8:00 alle 15:00.
Prezzi: Adulti: 6€ – Studenti: 3€.

PIAZZA SINTAGMA

E’ il centro di Atene e ospita il Parlamento. Di fronte all’edificio del Parlamento si trova la Tomba del Milite Ignotocustodita giorno e notte dagli “Euzoni”, due guardiani vestiti in uniforme tradizionale. Si può assistere al cambio della guardia con cadenza oraria; quella più importante e spettacolare avviene alle 10:00 di ogni domenica.

Piazza Sintagma, il Parlamento
Cambio della guardia
Cambio della Guardia

 

 

 

 

 

 

 

STADIO PANATHNAIKO

Stadio Panathinaiko

Costruito in marmo bianco fra il 1869 e 1870, Panathinaiko è lo stadio dove si realizzarono i primi giochi olimpici dell’età moderna, nel 1896.

Orario:

  • Da marzo ad ottobre: tutti i giorni, dalle 8:00 alle 19:00.
  • Da novembre a febbraio: tutti i giorni, dalle 8:00 alle 17:00.

Prezzo: Adulti: 3€ – Studenti: 1,50€.

Metro: Acropoli, linea 2; Syntagma, linee 2 e 3; Evangelismos, linea 3.

 

LA PLAKA

E’ il quartiere più antico e famoso della città di Atene. Per la sua vicinanza all’Acropoli è detto anche Quartiere degli Dei.

La maggior parte delle strade è chiusa al traffico ed è qui, non lontano dall’Acropoli e da Piazza Syntagma, che si concentra buona parte della movida ateniese.

Il quartiere di Plaka è una delle migliori zone della città, con negozi di souvenir​, dove potrete comprare qualche oggetto tipico, o assaporare i migliori piatti della gastronomia greca, in uno dei suoi tanti ristoranti o taverne.

MONASTIRAKI

Al confine con la Plaka c’è Monastiraki, quartiere famoso per il mercatino delle pulci.

Il mercato di Monastiraki ha un aspetto simile a quello dei souk, una zona con stradine piene di piccoli negozi, dove si vendono articoli di qualsiasi tipo e si mercanteggia sul prezzo, abitudine che sicuramente deriva dall’influenza turca.

MUSEI

I musei che si possono visitare ad Atene sono veramente molti e tutti meritevoli di attenzione per i manufatti che contengono.

  • Museo dell’Acropoli
  • Museo Archeologico
  • Museo di Arte Cicladica
  • Museo Benaki
  • Museo Bizantino
  • Museo Numismatico
  • Galleria Nazionale

Per informazioni dettagliate rimandiamo ai diversi siti.

Per concludere, se avete un paio di giorni a disposizione o avete già visitato la città in altre occasioni, vi consigliamo un’escursione fuori Atene:

CAPO SOUNION

Capo Sounion si trova a 70 km da Atene ed è la punta più meridionale dell’Attica: ai tempi dell’antica Grecia, quando i lunghi viaggi si facevano soprattutto per mare, per un ateniese vederlo significava o l’agognato ritorno a casa o, viceversa, l’addio per chissà quanto tempo alla sua Atene.

La leggenda racconta anche che da qui Egeo, re di Atene, scrutasse il mare alla ricerca della nave del figlio, Teseo, partito per sconfiggere il Minotauro: Teseo si dimenticò di sostituire le vele della sua nave, da nere in bianche, per annunciare il suo successo, ed Egeo, pensando quindi che fosse morto, si gettò dal promontorio di Sounion per la disperazione.

Il momento migliore per visitare il tempio di Poseidone a capo Sunion è al mattino quando il sole è ancora basso e il caldo non picchia troppo. Dopo le 11 di mattina la sommità della scogliere, senza ombra, può essere una fornace.

Il biglietto d’ingresso per il Tempio di Poseidone a Capo Sunion costa:

  • € 8 intero
  • € 4 ridotto per gli over 65 e per gli studenti in possesso di tesserino che attesti il loro status
  • gratis per gli under 18.

Per concludere, oltre alle cose da vedere ad Atene, vorrei segnalarvi anche alcune cose “da non fare” ad Atene!

Oltre alle classiche raccomandazioni da tenere presenti girando per le grandi città e soprattutto nei mercati, aggiungiamo di andarci piano con la retsina e con l’ouzo. Il primo è il vino da tavola resinato già in uso nell’antica Grecia, e il secondo il famoso liquore a base di anice di cui gli ateniesi sono gran consumatori. Provarli è bene (come pure tutte le altre pietanze tradizionali) abusarne no!

Ouzo, bevanda tipica greca a base di anice
Ouzo, bevanda tipica greca a base di anice

E adesso… buon viaggio!


Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

News

MSC Crociere posizionerà due navi in Sudafrica

Msc Crociere posizionerà due navi in Sudafrica

MSC Crociere è in continua espansione e questa evoluzione non riguarda solo la sua flotta, ma anche gli itinerari, che ogni anno si arricchiscono di nuove scelte.

La stagione 2020-21 sarà l’anno del Sud Africa, meta ambita e da un turismo esperto che apprezza destinazioni che possono offrire emozioni uniche.

Città del Capo sarà infatti l’home port di Opera, mentre Musica sarà posizionata a Durban, dove nel gennaio 2021 diverrà operativo a tutti gli effetti il nuovo terminal crociere, che potrà ospitare anche le navi di classe World Class.

MSC Opera

Le due navi della flotta MSC, appartenenti alla classe Lirica e Musica offriranno in totale 60 crociere con l’alternanza di itinerari differenti.

Le località di spicco toccate da queste crociere saranno:

Pomene Bay in Mozambico

A una distanza di oltre 600 km dalla capitale Maputo, vanta le spiagge più belle della costa africana affacciata sull’oceano indiano. Qui sarà possibile usufruire dell’MSC Pomene Safari Beach Club, con la possibilità di effettuare un safari marino, sempre nell’ottica di MSC di preservare le bellezze della natura non alterando l’equilibrio dell’ecosistema.

Pomene Bay

Verranno offerti una gamma di servizi dedicati esclusivamente agli ospiti MSC, inclusa una Club House comprensiva di piscina, diversi bar e la possibilità di usufruire in un’area riservata dei servizi della MSC Aurea Spa.

Portuguese Island

Piccola isola disabitata situata vicino a Maputo: è lunga in totale 6 chilometri e in un’ora di cammino potrete girarla tutta e ammirare la sua vegetazione incontaminata, con la possibilità di rinfrescarvi nelle sue acque cristalline.

Portuguese Island

Port Elizabeth, Sud Africa

E’ una piccola città il cui nome non ha nulla a che vedere con la regina Elisabetta, ma fu voluto dal governatore Sir Rufane Donkin che dedicò la città alla sua amata consorte Elisabeth.

Famosa per le sue bellissime spiagge, circondate da dune, e paradiso dei surfisti grazie ai venti che soffiano generosi.

Qui se siete persone coraggiose potrete provare il brivido di un’immersione in gabbia per toccare gli squali e se invece siete anime romantiche potrete andare alla ricerca della farfalla Brenton Blue, ormai a rischio estinzione.

Port Elisabeth, Sud Africa

Prima del loro posizionamento in Sud Africa, Opera e Musica intraprenderanno un Grand Voyage con partenza, per entrambe, da Venezia.

Musica partirà il 25 ottobre 2020 per raggiungere Durban e Opera l’8 novembre in direzione Città del Capo.

Durante il riposizionamento si transiterà attraverso il canale di Suez, si toccherà il porto di Aqaba dal quale è possibile effettuare l’escursione a Petra e inoltre si farà scalo alle Mauritius e nell’isola di Réunion.

Nella prossima stagione a partire da novembre, gli ospiti MSC a bordo di Orchestra potranno già visitare il Sud Africa con crociere in partenza da Durban della durata di 3, 5 e 11 notti.

Per prenotazioni potete contattare Fersina Viaggi

Licenza Creative Commons” style=
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale

Consigli e Guide di Viaggio

Le regole basilari del galateo in crociera

Le regole basilari del galateo in crociera

Le navi da crociera sono sempre più grandi e affollate, sulle nuove mega navi si superano i 6.000 passeggeri, e in un ambito simile diviene sempre più pressante seguire basilari regole di galateo che permettano a noi e agli altri di ottenere il massimo dalla permanenza a bordo.

Cercheremo di analizzare i comportamenti più elementari da seguire, semplicemente attenendoci al buon senso di cui ognuno di noi dovrebbe essere fornito. Inoltre vedremo come difenderci da coloro che infrangono in maniera evidente tali regole.

Buffet

Le regole basilari del galateo in crociera

Uno dei luoghi in cui si dimenticano più facilmente le regole del bon ton è la zona buffet; sembra quasi che molti, messi a contatto con grandi e invitanti quantità di cibo, perdano il lume della ragione.

Entrando al buffet la prima cosa da fare è cercare un posto a sedere; se siete in due persone non occupate un tavolo da quattro o più sedendovi a scacchiera: l’ideale è posizionarsi uno di fronte all’altro; in questo modo permetterete ad altri di trovare posto vicino a voi e sarà anche un buon sistema per stringere nuove amicizie.

Le code vanno rispettate, non infilatevi in mezzo, anche se magari dovete prendere un’unica cosa: mettetevi pazientemente in fila e aspettate il vostro turno e se vedete qualcuno che si comporta diversamente fatelo notare, se lo fate voi e lo fanno anche altri è possibile che queste persone si sentano in minoranza e adottino un comportamento adeguato; in caso contrario avranno fatto la figura di irriducibili maleducati.

Non riempitevi il piatto come se non ci fosse un domani: se qualcosa vi piace potete sempre servirvi una seconda volta, ma non c’è niente di più brutto che vedere montagne di cibo avanzate: è un vero schiaffo alla fame del mondo. E non trinceratevi con la scusa: “tanto quello che avanzano buttano”.

 

Un consiglio, se non amate la folla, è quello di evitare le ore di punta del buffet, vi renderete conto di quali sono già dai primi giorni della crociera, dato che non sempre sono uguali e dipendono sia dall’itinerario che dalla nazionalità preponderante dei passeggeri a bordo.

 

Ristorante

Gran parte dei croceristi utilizza il ristorante soprattutto per la cena, ma sulla maggioranza delle compagnie è possibile usufruirne anche per la colazione e il pranzo.

In molte compagnie, per quanto concerne la cena, sono previsti più turni a differenti orari e inoltre un turno libero che in alcuni casi può essere legato al tipo di esperienza prenotata. 
Se avete un turno libero non avrete problemi di orario e il più delle volte cambierete compagni di tavolo o avrete un tavolo solo per voi. 
In caso di turno prefissato cercate di essere sempre puntuali, per rispetto a eventuali compagni di tavolo e soprattutto per rispetto del personale che ha tempi stretti per poter garantire un servizio ottimale.
In caso abbiate dei compagni di tavolo che incontrate per la prima volta, è sempre buona regola procedere subito alle presentazioni, dato che li rivedrete probabilmente per tutto il resto della crociera.

A tavola evitate discorsi che possano sfociare in accese discussioni e che per gli italiani sono essenzialmente due: il calcio e la politica. Siete di fronte a gente che non conoscete, quindi la soluzione migliore è mantenersi sul vago e capire perlomeno qualcosa in più sui vostri interlocutori.

Nello stesso modo non monopolizzate la conversazione, non c’è nulla di più fastidioso a tavola che sentire parlare qualcuno in continuazione, magari di argomenti che non ci interessano per nulla.
In caso troviate compagni di tavola con i quali proprio non riuscite a legare, andate dal maitre e chiedete cortesemente di poter cambiare tavolo.

Ponti esterni e zona piscina

MSC Fantasia

Evitate la corsa per accaparrarvi la sdraio: è veramente desolante alzarsi all’alba e vedere che i posti sono già tutti presidiati da oggetti vari. Occupate la sdraio solo se effettivamente avete intenzione di usarla e soprattutto, occupatene una a persona. Se avete in programma di allontanarvi dal ponte sole per più di mezz’ora, lasciatela libera per altre persone.

Normalmente, in tutti i regolamenti scritti in zona piscina, è evidenziato chiaramente che dopo mezz’ora senza nessuno presente il personale è autorizzato a rimuovere qualunque cosa da una sdraio occupata.

Nel caso non troviate posto e notiate una situazione simile, senza che nessuno intervenga, rivolgetevi al personale di piscina: se vi rispondono che non possono fare nulla, chiedete di parlare con un responsabile.

 

In piscina andrebbero seguite delle normali regole di buon senso, soprattutto non ci si tuffa, primo perché si disturbano gli altri occupanti la piscina e secondo e ancora più importante, se la nave è in movimento e vi tuffate e per un qualsiasi motivo vira bruscamente, rischiate di battere la testa sul bordo.

Gli idromassaggi sono ad uso di tutti, quindi cercate di non monopolizzarli, anche qui vige di norma la regola di 15-20 minuti di permanenza massima: ma spesso si vedono persone stare a mollo per intere giornate, cosa peraltro poco salutare.

Celebrity Eclipse

Regole relative al Fumo

A seconda della compagnia ci sono zone dedicate ai fumatori, le potete individuare sulla mappa della nave e le notate in quanto hanno i posaceneri disponibili.

Una volta individuate, fumate solamente in quelle zone, ricordate che a parte rari casi, è vietato fumare anche sul balcone della vostra cabina: se lo fate potete rischiare sanzioni pecuniarie e nei casi più gravi addirittura lo sbarco.

MSC Magnifica

I bambini

Questo è sempre un argomento molto delicato, anche se tutti siamo stati bambini e la maggior parte di noi ha avuto figli. La nave è un ambiente ideale per i più piccoli e consente tutta una serie di attività a loro dedicate. Utilizzate questa possibilità e quando i vostri figli piccoli non sono in custodia presso uno dei centri baby o junior, non lasciate che vaghino incustoditi per la nave, è pur sempre un ambiente grande e non privo di pericoli.

MSC Seaview

Il buonsenso suggerisce una certa tolleranza da parte di tutti, anche di quelli che sono a bordo senza bambini, ma le regole vanno in ogni caso rispettate e quindi leggete bene i regolamenti delle varie aree.

Rapporto con il personale di bordo

Majestic Princess

Lo staff della nave è al nostro servizio e fa di tutto per servirci e coccolarci, ma non sono nostri schiavi e vanno rispettati. Se notate qualcosa che non va nel servizio fatelo subito presente a chi vi fornisce il servizio stesso e, solo in caso che il problema perduri, andate a lamentarvi presso il responsabile.

Ricordate anche che il personale lavora e non è in crociera come voi, ha tempi e compiti da rispettare e quindi è una bella cosa essere gentili e interessarsi a loro, ma cercate di non abusare del loro tempo, non possono dilungarsi a parlare, se lo fate vi asseconderanno, ma poi dovranno sbrigarsi e avranno problemi per i compiti che non hanno ancora ultimato.

 

 

 

In cabina

Le cabine delle navi sono ben insonorizzate, ma evitate sempre di urlare o litigare al loro interno e cercate di essere il più ordinati possibile, in questo modo faciliterete l’addetto alle pulizie. In bagno gli asciugamani che ritenete siano da cambiare lasciateli a terra, diversamente non vi verranno cambiati e questo è un atto di salvaguardia nei confronti della natura: tutti sappiamo che utilizzare detersivi è deleterio per l’ambiente.

Royal Princess

Le quote di servizio

Questo è un argomento molto spinoso, su cui ognuno ha la propria opinione e che scatena sempre animate discussioni. Oramai le compagnie “italiane” hanno inserito come obbligatoria questa voce e quindi il problema non si pone neppure.

In caso non lo siano, esiste la possibilità di stornarle o ritoccarle, di solito viene fatto adducendo una motivazione legata a un servizio non consono agli standard richiesti.

In tanti si giustificano dicendo che tanto le mance non vanno al personale, ma questa è solo una delle tante leggende metropolitane, molte compagnie vi indicano in maniera ben chiara le percentuali di quota di servizio che viene elargita a ogni membro dello staff.

Naturalmente fate come ritenete giusto, ma considerate, specie sulle navi americane, che la mancia nella loro cultura è un qualcosa di normale e dovuto.

Dress Code

Sono ormai tramontati i tempi in cui per andare in crociera era praticamente necessario rifarsi il guardaroba. Attualmente il dress code è molto più rilassato e soprattutto non sono più richiesti costosi abiti da sera. Anche qui vanno rispettate alcune regole di buon senso.

Non si gira negli interni della nave in costume. Al ristorante, soprattutto nelle serate eleganti o di gala è doveroso un abito elegante per le donne e pantaloni e giacca o almeno una camicia maniche lunghe per l’uomo, per il quale dovrebbero anche essere banditi i bermuda. Ricordate che l’abbigliamento contribuisce a dare fascino al viaggio in crociera.

Da parte mia sono certa che se tutti rispettassero almeno in parte queste basilari regole la crociera sarebbe sicuramente molto più gradevole e indimenticabile di quanto lo sia già normalmente.

E’ un piccolo impegno e un minimo sacrificio che viene richiesto a ognuno di noi e soprattutto non state a guardare senza far nulla se qualcuno non rispetta queste normali regole, ma fatevi sentire con fermezza e cortesia interpellando prima la persona in questione e in caso non otteniate nulla rivolgendovi ai responsabili dello staff. Se tutti facessero così alcuni atteggiamenti verrebbero sicuramente arginati.

Buon mare a tutti!


Licenza Creative Commons” style=
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale

Consigli e Guide di Viaggio

I 10 oggetti imperdibili per una crociera

I 10 oggetti imperdibili per una crociera

La valigia che prepariamo per una crociera, oltre a essere piena di sogni, è stracolma di abiti, scarpe e altri articoli di abbigliamento e cura del corpo.

A ogni nuovo viaggio ci ripromettiamo, almeno io lo faccio sempre e non lo mantengo mai, di diminuire il carico di cose portate, anche perché spesso tanti capi d’abbigliamento restano inutilizzati e si fanno un inutile viaggio aumentando il peso dei nostri bagagli.

Ci sono invece alcuni oggetti, e i viaggiatori più esperti lo sanno bene, che possono essere veramente utili e una volta provati diventeranno irrinunciabili.

1 – Custodia trasparente per etichette bagagli

Ormai i biglietti di viaggio e le relative etichette bagagli, da apporre alle valigie, vengono inviate via email e una volta stampate i metodi per far sì che non si rompano immediatamente sono tra i più svariati. C’è chi le ricopre completamente con nastro adesivo trasparente, chi le plastifica, chi si fida e non fa nulla.

Un’ottima alternativa a tutto questo è l’acquisto di porta etichette plastificati, richiudibili, riutilizzabili e con un comodo anello con il quale agganciarli alle valigie.

 

 

 

 

2 – Bilancia pesa valigia

Bilancia pesa valigie

Questo attrezzo è irrinunciabile nel caso dobbiate intraprendere un volo aereo abbinato alla vostra crociera. Ormai le compagnie aeree hanno limiti di peso ben precisi, che vi consiglio di controllare attentamente prima della partenza.

Con un pesa valigie potrete tranquillamente calcolare se rientrate nei limiti e questo sarà molto utile al ritorno, quando al vostro bagaglio iniziale si saranno aggiunti tutti i souvenir comprati nel corso del viaggio.

 

 

 

3 – Coprivaligia

I bagagli sono soggetti a un notevole stress: quante volte avete visto valigie buttate e strattonate malamente o le avete ritrovare graffiate e bollate? Per ovviare a una situazione simile e proteggere i vostri amati bagagli, esistono dei coprivaligia elastici di diverse dimensioni. Oltre a proteggere sono spesso molto colorati e disegnati e questo è utilissimo quando dovete rintracciare le vostre valigie o sul nastro trasportatore in aeroporto, o semplicemente allo sbarco.

4 – Ganci Magnetici

Le pareti delle navi sono praticamente tutte metalliche e quindi è possibile agganciare i magneti. Esistono in commercio pratici ganci magnetici che sono utilissimi, una volta fissati a una parete della vostra cabina, per appendere abiti o altri oggetti, dato che riescono a sostenere un notevole peso.

 

 

 

 

5 – Carica batterie multiprese USB e portatile

Le cabine delle navi di tutte le compagnie sono dotate di prese sia europee che americane e anche spesso USB, ma a volte non bastano per ricaricare simultaneamente tutti i device degli occupanti la cabina. Per questo è sempre bene munirsi di una multipresa.

Inoltre quando siamo in escursione e scattiamo in continuazione fotografie con il nostro cellulare, ci ritroviamo spesso, prima dell’ora di rientrare in nave, ad avere la batteria a terra. Un altro simpatico aggeggio da tenere in conto è un powerbank.

6 – Portaoggetti da appendere

Utile per mantenere tutto in ordine; un portaoggetti simile può essere appeso in cabina o in bagno, grazie ai ganci magnetici; vi permetterà di risparmiare spazio e di ritrovare facilmente le cose più piccole.

 

 

 

 

 

 

7 – Spray antipiega per abiti

Portare un ferro da stiro in nave è proibito ed è anche facile intuirne il motivo. Ma come possiamo rimediare a vestiti e camicie spiegazzate senza utilizzare il servizio di stireria a pagamento della nave?

Le soluzioni sono due, una molto empirica, che consiste nell’appendere il capo di vestiario stropicciato in bagno quando fate la doccia e sprigionate vapore; è un sistema collaudato che il più delle volte funziona.

Il secondo modo è acquistare uno spray da viaggio antipiega. Lo trovate nei negozi specializzati in detersivi e affini o su internet,. L’utilizzo è molto semplice, basta spruzzare sul tessuto stropicciato e lisciare con la mano, non macchia e non lascia aloni.

 

 

 

8 – Pinze per teli mare

Vi piace prendere il sole sui ponti della nave, ma vi infastidite quando c’è troppo vento e l’asciugamano vi svolazza sulla testa? Problema facilmente risolvibile acquistando le pinze apposite che serviranno anche come segna posto: ricordate in ogni caso che non potete tenere occupate le sdraio per un periodo troppo prolungato se voi non ci siete; va contro le più basilari regole del galateo in crociera

9 – Tappi per le orecchie

Normalmente le cabine delle navi sono molto ben insonorizzate e difficilmente avrete problemi di rumori notturni molesti: ma per sicurezza, nel caso abbiate la sfortuna di capitare in una cabina particolarmente rumorosa, meglio munirsi di tappi: li trovate in farmacia o su internet e quelli più pratici e isolanti sono quelli al silicone.

 

 

 

 

10 – Custodia per cellulare con laccetto

E’ stupendo fare le foto quando arriviamo o partiamo da un porto, un ricordo che ci resterà per sempre: ma attenzione a sporgervi con il vostro cellulare, mentre lo fate ci sono altre 3000 o più persone che hanno la stessa idea ed è un attimo ricevere uno spintone e vedere inabissarsi il vostro amato telefonino.

Per ovviare a un rischio simile, meglio munirsi di una custodia che abbia un laccetto da assicurare al vostro polso.

 

Questi sono solo alcuni degli oggetti che possono facilitarvi la vita a bordo o in viaggio. Sono facilmente reperibili su internet, ad esempio su Amazon e una volta provati non potrete più farne a meno. Aspettiamo i vostri suggerimenti per altri oggetti salva crociera!


Licenza Creative Commons” style=
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale