Consigli e Guide di Viaggio

Come muoversi a Barcellona per crocieristi parte 1

barcelona-3226639_1920

Barcellona è sicuramente una delle città più affascinanti d’Europa e tra le più visitate nel mondo.  Le cose da fare e i monumenti da visitare sono veramente moltissimi ed è quindi un’impresa ardua farne un elenco completo. D’altronde in rete è possibile reperire, armandosi di pazienza e saltellando tra un sito e un altro, tutto quello che può servire per organizzare il proprio viaggio.

Perciò in questo articolo vogliamo fornire le indicazioni utili per muoversi a Barcellona e per programmare la visita riferendosi in particolare a chi fa tappa in città con una nave da crociera.

Barcellona è una delle mete più gettonate negli itinerari delle crociere del Mediterraneo Occidentale. Molto spesso è addirittura port of call per molte compagnie.
E’ talmente visitato che si pensa persino di mettere un limite agli ingressi delle grandi navi!

Le crociere e il fenomeno dell'overtourism
Porto di Barcellona

Se la partenza della vostra crociera è proprio il porto di Barcellona allora vi consigliamo di prendere un volo in autonomia (è molto facile trovare occasioni a prezzi molto abbordabili) e soggiornare almeno due notti in città. Purtroppo, se il volo non vi costerà molto, altrettanto non si può dire per le notti in Hotel. Il costo infatti di una sistemazione “decorosa” non è proprio a buon mercato. E’ ovvio che ci sono alternative per tutte le tasche, ma bisogna tener presente che per organizzarsi bene la propria scelta va orientata su alcuni quartieri che consentono l’utilizzo della metropolitana per raggiungere in tempi brevi i diversi luoghi da vedere.

L’alta concentrazione di navi che attraccano a Barcellona fa sì che, oltre all’elevato numero di turisti che abitualmente visitano la città, si aggiungono una media di oltre 6.800 passeggeri al giorno (l’anno scorso sono sbarcate oltre 2.500.000 di persone). Per questa ragione nel programmare la visita bisogna tenere conto della possibilità di trovare lunghe code per entrare nei diversi siti e/o anche solo per utilizzare i mezzi pubblici. E’ indispensabile quindi organizzarsi al meglio.

LA METROPOLITANA

Mappa Metropolitana
Mappa Metropolitana

Servirsi della Metropolitana di Barcellona è molto semplice. E’ composta da 11 linee identificate dalla lettera L seguita da un numero (da 1 a 11 appunto) e da un diverso colore per ognuna.
La rete è divisa in zone e la zona 1 comprende tutte le fermate della città.

Esistono diverse applicazioni per smarphone, Ios e Android, che forniscono un valido aiuto per la scelta delle linee da utilizzare. Noi abbiamo utilizzato TMBapp e Barcellona Metro entrambe valide che consentono di impostare il luogo da raggiungere per ottenere il percorso con le linee da usare. Vi verrà inviata una notifica quando raggiungerete la vostra fermata. Con la prima troverete le indicazioni sui biglietti acquistabili (anche on line dall’applicazione stessa).

Metropolitana di Barcellona
Acquisto biglietti in stazione

I costi dei biglietti partono dal singolo a 2,20€ valido per la zona 1 ad esclusione delle fermate T1 e T2 della linea 9 (Aeroporto) per le quali il biglietto specifico costa 4,60€ a diversi tipi di abbonamento (sono veramente molti e li trovate nella sezione Biglietti dell’applicazione). Noi, che ci siamo fermati due giorni prima dell’imbarco, abbiamo trovato molto comodo il T-10, carnet da 10 corse da usare anche in più persone contemporaneamente, che costa 10,20€ .
Si può acquistare solo alle macchinette presenti nelle stazioni della Metro e non on line dall’applicazione.

Questi biglietti sono utilizzabili anche sulle linee di superficie ma, considerato il rischio di ingorghi, è sempre preferibile utilizzare le linee sotterranee.

COSA VEDERE SE SOSTATE CON UNA CROCIERA.

Durante l’ultima nostra visita a Barcellona abbiamo incontrato dei crocieristi  che avevano in programma di visitare la Sagrada Familia, il paco Guell e Casa Batllò e tutto tra le 10,00 del mattino e le 13,00! Non sappiamo che cosa abbiano visto in realtà, ma sicuramente non quello che avevano in programma.

E’ necessario darsi delle priorità e, soprattutto, pensare che a Barcellona si tornerà ancora altre volte e ogni volta si aggiungerà una tessera del puzzle.

LA SAGRADA FAMILIA

Sagrada Famillia, esterno
Sagrada Famillia, esterno

La famosissima Chiesa progettata dal genio di Antoni Gaudì è in costruzione dal 1882 e fino al 2026 non si vedrà la conclusione dei lavori. In ogni caso una visita è d’obbligo.
Per raggiungere il sito potrete utilizzare la linea viola L2 oppure la blu L5.  Dal Mirador de Colom (Stutua di Cristoforo Colombo) dove vi lascia lo Shuttle del porto, potete prendere la Rambla e alla seconda traversa a sinistra trovate la fermata di Drassanes della L3 verde. Prendetela in direzione Trinitat Nova e alla terza fermata, Passeig de Gràcia,  troverete la connessione con la linea L2 viola. Andate in direzione Badalona Pompeo Fabra e alla terza fermata sarete arrivati. Considerando che normalmente i treni passano con una frequenza di 2, massimo 3, minuti, in una ventina di minuti raggiungerete la vostra meta.

All’uscita dalla stazione, quando sarete ancora sulla scala mobile, vi apparirà la visione di questa imponente costruzione che vi toglierà il fiato.

Ma le sorprese non finiscono qui: quando vedrete l’interno rimarrete ancora più sbalorditi!

Molti crocieristi sono però costretti a rinunciare alla visita completa, perché la coda per acquistare i biglietti è sempre lunghissima. Quindi vi consiglio di procedere all’acquisto on line prenotando con largo anticipo (almeno un mese prima).
Le possibilità offerte sono molte: dalla semplice visita alla visita con audio guida (in molte lingue tra cui italiano) fino al tour guidato in spagnolo o inglese (per quest’ultimo bisogna prenotare almeno 2 o 3 mesi prima).
Ai prezzi indicati di seguito dovete aggiungere un feet che va dai 5 ai 7 euro (in ogni caso al botteghino costano di più e comunque la coda è molto lunga).

Sagrada Famillia, interno
Sagrada Famillia, interno

I siti che vendono questi biglietti sono quelli classici: Get your guideTicketBar o altri che potete reperire in rete.
Noi abbiamo usato quello ufficiale: Barcellona Ticket. Per darvi un’idea questi sono i prezzi:

Ingresso prioritario alla Sagrada Familia

Biglietti d’Ingresso prioritario alla Sagrada Familia

Biglietti di Accesso rapido alla Sagrada Familia con Ingresso alle torri e Audio-guida

Più o meno sono uguali in quasi tutti i siti.

Per la visita con audio guida dovete calcolare circa un’ora e mezza per vedere tutto con tranquillità e due ore se scegliete di salire su una delle due torri.

Quindi se uscite dalla nave intorno alle 9,00  intorno alle 11,00 o 11,30 avrete finito. Se il tutti a bordo è alle 13,00 vi rimane ancora un po’ di tempo.

Se è la prima volta che visitate Barcellona allora vi consiglio di riprendere la Metro esattamente al contrario rispetto all’andata ma questa volta, sulla linea L3 verde scendete alla fermata prima  Liceu e all’uscita sulla Rambla vi troverete di fronte alla

LA BOQUERIA – IL MERCATO DI BARCELLONA

La Bouqueria
La Bouqueria il mercato più famoso di Barcellona.

 

Il Mercato della Bouqueria è sicuramente il più famoso di Barcellona e ha origini molto antiche. Le prime attività in loco risalgono al 1200 mentre la struttura attuale è stata costruita verso la fine del 19° secolo (per l’esattezza è stata inaugurata nel 1840). In questo mercato trovate tutte le specialità spagnole e non: dalla frutta alle verdure, dalle carni rosse al pesce e a una vasta scelta di crostacei e molluschi tra cui spiccano invitanti ostriche. Per avere un’idea di cosa potete trovare visitate il sito ufficiale.

 Tutti i prodotti si possono portare a casa o consumare direttamente sul posto in banchi dotati di sgabelli che li cucinano “a vista”. L’unico problema è che nell’ora di pranzo bisogna armarsi di pazienza e aspettare il proprio turno. In alternativa trovate cartocci da asporto con salumi e formaggi o frutta e frullati. I prezzi di questi ultimi sono molto abbordabili mentre mangiare qualche piatto ai banchi più essere un po’ più dispendioso. Ovviamente dipende anche dal tempo che avete a disposizione. Ricordate che chiude alle ore 20.00.

Noi abbiamo scelto di pranzare al Pinotxo Bar, che avevamo visto in TV nella trasmissione JOC DE CART (la versione spagnola di 4 RISTORANTI) dove si era aggiudicato il primo posto nella puntata dedicata alla Bouqueria. Bisogna ammettere che abbiamo mangiato veramente bene!

Una volta fatto un giretto all’interno della Bouqueria e magari aver spizzicato qualche prelibatezza potete riprendere la Rambla, questa volta a piedi, e in una decina di minuti sarete alla statua di Cristoforo Colombo (Mirador de Colom) da cui potrete riprendere lo shuttle per la nave.

La prima proposta per una visita a Barcellona con una crociera finisce qui. Se avete già visto la Sagrada Familia allora seguiteci per altri suggerimenti nella seconda parte che pubblicheremo a breve.


Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
 

Cinzia Marchisio
Cinzia Marchisio
Appassionata di viaggi da sempre, sostiene che viaggiare fa parte del proprio corredo genetico ed è un difetto che non puoi fare a meno di assecondare. Ha girato tutti i continenti in ogni modo possibile e negli ultimi anni predilige i viaggi in crociera, abbinati a soggiorni e tour. Ha all’attivo oltre 600 giorni di crociera e incalcolabili (solo perché non le ha mai contate) ore di volo. Tra le altre passioni, la lettura, le serie televisive USA e British, la storia, specie quella egizia e medioevale e il cibo come stile di vita, perchè il viaggio per essere completo va assaporato con tutti i sensi e bisogna assimilare gli usi e costumi locali per poterli comprendere.
Lascia un commento